Gli ospiti la sfottono perché cucina male, lei non la prende bene e li avvelena. Le conseguenze sono tragiche: 5 morti e 88 feriti

Share

Organizza una festa per inaugurare la sua nuova casa, ma probabilmente tra le sue qualità migliori non c’era quella di cucinare. Gli invitati alla cena hanno preso così in giro la padrona di casa per quello che aveva servito a tavola, uno scherzo, che però Pradnya Survase non ha preso molto bene tanto da arrivare a uccidere i suoi ospiti.

La donna rischia la condanna a morte per aver ammazzato 5 dei 120 invitati alla sua festa nel villaggio di Mahad, nel distretto di Raigad, nello stato indiano di Maharashtra. La 23enne avrebbe provato a uccidere anche il marito, le cognate, la suocera e la sorella di sua suocera, tutti per lo stesso motivo: i commensali avevano avuto da ridire sulle pietanze servite. Survase ha così messo del pesticida nei piatti causando quasi una strage: 88 persone sono finite in ospedale, 5 sono morte, tra cui quattro minori tra i 7 e i 13 anni.

Come riporta anche Metro, la donna avrebbe usato una polvere per uccidere i serpenti, molto velenosa, che avrebbe dato ai piatti un sapore particolarmente amaro. «Veniva regolarmente insultata per la sua carnagione e perché non era in grado di cucinare bene», ha affermato l’ispettore di polizia, questo avrebbe esasperato la donna spingendola a compiere un gesto tanto estremo.

Alessia Strinati, Ilmessaggero.it

Share
Share