Ponti di primavera, boom di passeggeri sui treni regionali

Share

Da 25 aprile al 1° maggio più 10,3% rispetto allo scorso anno. Prosegue il trend positivo

I ponti di primavera segnano un boom di viaggiatori sui treni regionali, +10,3% rispetto a un anno fa. La crescita conferma il trend positivo registrato negli ultimi tre anni che vede incrementarsi del 21% la quota di passeggeri leisure, ossia che scelgono il treno regionale per gite di piacere, rispetto alla componente commuters: viaggiatori per lavoro e studio. Oggi il mix vede i primi rappresentare il 26,5% del totale, gli altri il 73,5.

Secondo Federalberghi “In prospettiva di una stagione che corre verso l’estate: se queste sono le premesse, il desiderio di viaggio e l’effettivo movimento di viaggiatori andrebbe incentivato con tutti gli strumenti possibili”.

Si muove in questa direzione l’offerta messa a punto da Trenitalia per favorire la mobilità di chi resterà in Italia. Proprio treni regionali consentiranno di raggiungere, in maniera conveniente e sostenibile, alcune delle località più attrattive del Belpaese, usufruendo in più di speciali agevolazioni.

ALCUNE DELLE OPPORTUNITA’ OFFERTE CON I TRENI REGIONALI

Euroflora fa tappa a Genova fino al 6 maggio, portando nel capoluogo ligure la bellezza di piante e fiori provenienti da tutto il mondo. Trenitalia, official carrier della manifestazione, mette a disposizione maggiori collegamenti e agevolazioni per i clienti regionali. Una volta a Genova è possibile visitare il famosissimo acquario e il GalataMuseo del Mare a prezzo scontato se si è in possesso di un biglietto o di un abbonamento regionale.

Mare e panorama mozzafiato in scena alle Cinque Terre, raggiungibili comodamente con il 5 Terre Express, che con ben 99 treni al giorno collega le suggestive località della costa a Levanto e La Spezia. Per favorire lo spostamento dei turisti il 6 maggio, si potenzia il servizio regionale tra Milano e Genova.

Agevolazioni per i clienti regionali che visitano le mostre “Renato Guttuso, L’arte rivoluzionaria nel cinquantenario del ‘68” e “Carlo Magno va alla guerra” e Torino Jazz Festival in programma a Torino. Il capoluogo piemontese offre inoltre la possibilità di trascorrere un soggiorno a misura di bambino e visitare le bellezze della città con speciali riduzioni. L’ingresso al Bioparco Zoom e i servizi per visitare la città della Mole sono infatti scontati per i clienti regionali.

Trento e Rovereto sono le mete per chi predilige una vacanza tra natura e musei. Le stazioni situate in centro città le rendono località facili da visitare lasciando l’auto a casa.

Tutto il fascino di una dimora da favola attende i visitatori del Castello di Miramare, antica residenza della corte Asburgica triestina, situata a un chilometro dalla stazione Miramare, e a soli dieci minuti di treno da Trieste. Grazie alla Promo Weekend Friuli Venezia Giulia si possono inoltre visitare le più belle città della regione con il 20% di sconto sulla tariffa ordinaria.

In Veneto, oltre alle più turistiche Venezia e Verona, vale la pena ammirare i capolavori dello scultore August Rodin, esposti a Treviso. La città è stata scelta dal Musée Rodin di Parigi per accogliere la mostra conclusiva delle celebrazioni per il primo centenario della scomparsa dell’artista. Per i clienti regionali uno sconto sul biglietto di ingresso all’esposizione Rodin, un grande scultore ai tempi di Monet.

Trenitalia riserva speciali agevolazioni a tutti i clienti in arrivo a Bologna che vogliono visitare il FICO Eataly World, il parco agroalimentare più grande al mondo. I bike addicted possono invece scoprire la montagna bolognese a prezzo agevolato utilizzando il treno regionale grazie a un accordo tra Vivi Appennino, Trenitalia e Confcommercio.

Dal capoluogo toscano, in poco meno di trenta minuti, si può raggiungere Prato e approfittare degli sconti per visitare il Museo del Tessuto e la mostra “Marie Antoinette, i costumi di una regina da oscar” e il Museo Pecci.

Oltre a Fabriano, che ospiterà il 13° Meeting annuale delle Città Creative UNESCO nel 2019, altro fiore all’occhiello delle Marche sono sicuramente le Grotte di Frasassi, le spettacolari grotte sotterranee che si trovano a Genga, in provincia di Ancona. È possibile visitare queste bellezze naturalische a prezzo scontato presentando il biglietto o l’abbonamento regionale.

In Umbria gli amanti dei Borghi d’Italia hanno l’imbarazzo della scelta: Castiglion del Lago, Passignano sul Trasimeno e Spello, tutti raggiungibili facilmente in treno. Per chi preferisce un weekend all’insegna della spiritualità e delle tradizioni religiose è d’obbligo una visita ad Assisi. Speciali agevolazioni sono invece dedicate ai clienti Trenitalia che arrivano in treno a Perugia, per loro infatti uno sconto sul biglietto di ingresso alla mostra “Da Raffaello a Canova, da Valadier a Balla“.

Per chi parte dalla Capitale è possibile raggiungere con i treni regionali le località laziali più gettonate in questo periodo: Viterbo, Frascati, Albano, Civitavecchia e Castel Gandolfo.

Ai ferroamatori che raggiungono in treno il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, è riservata una riduzione sul biglietto di ingresso per poter ammirare le spendide locomitive d’epoca conservate nel vecchio Opificio Borbonico. Da Napoli Piazza Garibaldi a Pietrarsa – S. Giorgio A Cremano i collegamenti partono ogni 15 minuti circa.

Tra le top destinations campane Pompei e la Reggia Caserta la fanno da padrone con ingressi da record registrati nell’ultimo anno. Grazie alle stazioni situate a meno di un chilometro raggiungerle senza stress da traffico è facilissimo.

Non solo antiche tradizioni religiose e bellezze architettoniche, la Sicilia offre vacanze per gli amanti della natura e delle escursioni. È possibile visitare il Parco delle Madonie, sito UNESCO palermitano, usufruendo di una speciale riduzione se si raggiungono Pollina, Cefalù o Campofelice con i treni regionali.

Share
Share