Consultazioni: Napolitano, Mattarella ha compito difficile e urgente

Share

Salvini, basta liti Fi-M5S o si torna al voto. “Niente accordi con M5s se non riconosce Berlusconi”, dice Fi

Si conclude stamani con le alte cariche istituzionali il secondo giro di consultazioni del presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la formazione del nuovo governo. Primo a salire al Quirinale il presidente emerito Giorgio Napolitano. “Come rappresentanti istituzionali siamo tutti accanto al presidente Mattarella nella ricerca di soluzioni. Il suo è un compito estremamente difficile”, ha detto Napolitano al termine del colloquio. Anche il presidente della Camera Roberto Fico ha terminato il colloquio con il capo dello Stato Sergio Mattarella per il secondo giro di consultazioni al Quirinale.
“La Battuta di ieri di Berlusconi? Non cambia nulla. Sono più attento alla sostanza che alla forma. Noi siamo pronti. Certo, ci sono due veti contrapposti di M5S e Forza Italia. Io chiedo a tutti di essere responsabili. Se continua così, se continuano a bisticciare, si stuferanno gli italiani, mi stuferò io e tra un mese si tornerà alle urne, quindi: o la smettono o si vota”. Così Matteo Salvini, leader della Lega ai microfoni di Radio anch’io.

Ansa

Share
Share