Grande successo per la XXIII° edizione di “Romics”, con oltre 200mila visitatori

Share

di Marco Luci

Domenica 8 aprile, si è chiusa alla Nuova Fiera di Roma, la XXIII° edizione del ‘Romics’ (si è svolta dal 5 all’ 8 aprile), il più importante festival internazionale del fumetto, animazione e games, con un successo di presenze che è andato ben oltre i 200mila visitatori. Sollecitato dai miei due figli Tommaso e Gabriele (11 e 12 anni), ho preso coraggio e mi sono avventurato, in una bella domenica di sole, verso la Nuova Fiera di Roma invece che al solito ristorantino di Fregene.  Voglio dire subito che ‘Romics’ si conferma una delle poche iniziative di autentico successo della Fiera di Roma, un evento capace di coinvolgere migliaia di visitatori che si ritrovano ad aggirarsi entusiasti e colorati tra i tanti padiglioni di quello che dovrebbe essere il grande ‘polo fieristico’ della Capitale, ma che ancora stenta ad andare a regime e generare fatturato, utili ed occupazione. Per fortuna che a portare pubblico ed introiti ci pensa ‘Romics’, sotto la sapiente direzione artistica di Sabrina Perucca e del suo ottimo team.
Tantissime le iniziative che si sono succedute in questi 4 giorni tra i vari padiglioni dedicati a ‘Romics’: mostre, tavole rotonde, incontri e convegni dedicati al fumetto d’ autore, proiezioni di film e corti d’animazione, percorsi visivi in omaggio alla creatività, laboratori didattici per i più piccoli e poi aree gaming super attrezzate, spettacoli ‘live’ con le web star del momento (Favij, Frank Matano, Mates, ecc.) e performance affollatissime con migliaia di ragazzini a caccia di selfie e autografi dei loro beniamini.
Quest’anno, c’e’ stata anche una sezione dedicata alla musica, interessanti e ben organizzati gli incontri con il cantautore Frank Gabbani (quello di ‘Occidentali’s Karma’), vincitore del Festival di Sanremo 2017 e con una simpatica Cristina D’Avena che non si è sottratta all’abbraccio dei suoi fan, firmando autografi e facendo selfie un po’ con tutti. E poi laboratori di fumetto e disegno per i più piccoli, proiezioni di film in anteprima come ‘Tonno spiaggiato’, regia di Matteo Martinez, protagonista l’attore, conduttore e star del web Frank Matano.
Tra i momenti più spettacolari e divertenti, gli improvvisi raduni dei vari gruppi di ‘Cosplay’ che si succedevano lungo i padiglioni. Se ne sono visti davvero di tutti i colori e dai costumi perfetti e ben realizzati: c’era il gruppo di Star Wars (tra i più fotografati), The Walking Dead, Dragon Ball, Assassins’s Creed, Regno Disney, Academia Cosplay Italia e tanti altri. A margine, un concorso per l’ assegnazione del ‘Romics Cosplay Award’. Il 1° posto è andato alla coppia Francesca Aliberti e Guglielmo Zamparelli (Clara Cow’s Cosplay), mentre vincitrice di un viaggio in Giappone, patria dei Cosplay e del mondo ‘anime’, è stata Veronica Neri.
I tre ‘Romics d’Oro’ sono andati al celebre disegnatore giapponese Tsukasa Hojo, inventore delle famose serie ‘Occhi di gatto’, ‘City Hunter, ‘Angel Heart’, a Massimo Rotundo, uno dei padri del fumetto italiano, vincitore di tanti premi internazionali e tra i fondatori della ‘Scuola Romana dei Fumetti’ e a Martin Freeman, celebre attore inglese di film e serie tv come ‘Sherlock’, ‘Captain America’, ‘Lo Hobbit’.
Affollatissimi anche i vari stand con collezioni di fumetti da antologia, numeri rari davvero introvabili, banchi con album storici di figurine Panini, dischi e vinili d’ annata e poi una serie infinita di modellini fatti a mano (e costosissimi) di figure e supereroi del mondo ‘anime’. Da segnalare la bella partecipazione di tanti studenti ed insegnanti al Concorso Nazionale ‘I linguaggi dell’ immaginario’, promosso da ‘Romics’ e dal ‘Miur’ e che ha visto coinvolti oltre 185 Istituti di ogni ordine e grado in tutta Italia. Un progetto che ha portato all’ elaborazione di circa 650 diversi progetti, tutti molto interessanti, con la comune finalità di far riflettere, attraverso il fumetto, sulle tematiche che affliggono i nostri tempi: la solitudine e la marginalità sociale, l’illegalità, il bullismo e il cyberbullismo. Visto il successo, credo proprio che l’appuntamento con la XXIV edizione di ‘Romics’, che si terrà dal 4 al 7 ottobre, farà brindare gli organizzatori ad un nuovo record di presenze.

Share
Share