Bankitalia: stretta su quinto stipendio

Share

Nuove disposizioni per ridurre contenzioso e rischi

Troppe criticità, contenziosi, comportamenti impropri e rischi nel settore dei prestiti contro cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Per questo dalla Banca d’Italia arriva una stretta con nuove disposizioni di vigilanza. Nella delibera firmata dal governatore Ignazio Visco si legge come “l’attività di controllo” e il confronto con l’aprile 2016 hanno messo in evidenza il permanere di “criticità nel settore e nei comportamenti verso i clienti” che incidono “su livello e struttura di costi” del prodotto. Censurati particolarmente i “comportamenti opportunistici” degli operatori che spingono i clienti a rinnovare i prestiti spesso senza “reali esigenze finanziarie del cliente”. Il contenzioso poi appare grande rispetto alla natura economica del fenomeno che la Banca d’Italia giudica comunque in termini positivi visto che permette di finanziare soggetti che rischiano di essere esclusi dal mondo del credito.

Ansa

Share
Share