Telesia, ricavi di 5,49 mln (+9%). Risultato netto di 0,6 mln (+187%)

Share

Il consiglio di amministrazione di Telesia s.p.a., società quotata sul mercato Aim Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana s.p.a. riunitosi in data odierna ha approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2017, il primo dopo l’ammissione all’Aim. Il totale dei ricavi è passato da 5,04 milioni di euro del 31 dicembre 2016 a 5,49 milioni di euro del 31 dicembre 2017 (+9%). L’aumento è sostanzialmente riconducibile ai ricavi provenienti dalla vendita di spazi pubblicitari sui diversi canali GO TV, che registrano una crescita del 10,5%. Il 100% del fatturato è prodotto verso l’Italia e il 90% dello stesso, al 31 dicembre 2017, è rappresentato dalla raccolta pubblicitaria GO TV realizzata attraverso la concessionaria Class Pubblicità, mentre il 4% da ricavi della linea Digital e da altri ricavi per il 6%. I costi operativi sono stati pari a 4,41 milioni di euro, (4,14 milioni al 31 dicembre 2016) in aumento del 6,4%. I costi del personale sono stati pari a 1,15 milioni di euro contro i 1,06 milioni del 2016. Il margine operativo lordo per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017 (ebitda, inteso come differenza tra valore e costi della produzione prima degli ammortamenti, delle componenti non ordinarie e degli oneri finanziari) è pari a 1,09 milioni di euro, in aumento del 21,5% rispetto a 0,894 milioni di euro dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2016. Il risultato operativo (ebit) dell’esercizio 2017 mostra un saldo positivo pari a 0,622 milioni di euro in aumento del 71% rispetto a 0,364 milioni di euro dell’esercizio precedente. Il risultato netto ante imposte per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017 è positivo per 0,602 milioni di euro rispetto a 0,337 milioni di euro per l’esercizio precedente. Il risultato netto per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017 è pari a 0,598 milioni di euro, rispetto a 0,208 milioni di euro per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2016 (+187%). L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2017 è pari a 0,296 milioni di euro (0,277 milioni al 31 dicembre 2016). L’incasso derivante dalla quotazione unitamente ai flussi derivanti dalla gestione sono stati utilizzati sia per la gestione ordinaria che a sostegno degli investimenti effettuati nell’esercizio 2017, in coerenza con il piano di sviluppo della società presentato al mercato, così come coerenti sono gli incassi ed i pagamenti previsti nei piani di riscadenziamento, descritti all’interno dei documenti di ammissione all’Aim. Il consiglio di amministrazione ha proposto di destinare l’utile dell’esercizio 2017 pari 0,598 milioni di euro, quanto a 0,030 milioni di euro alla riserva legale e la differenza pari a 0,568 milioni di euro alla riserva straordinaria disponibile. Al fine di perseguire i risultati attesi, la società è fortemente impegnata sulle proprie due linee di attività connesse all’attuazione del piano industriale: GO TV e Digital (già Professional Services). Sul fronte della GO TV, da cui deriva il 90% del fatturato, oltre ai dati consuntivi già precedentemente illustrati, anche i primi mesi del 2018 evidenziano un trend positivo per la società: alla data del 1 marzo 2018 il totale degli ordini pubblicitari di competenza per l’intero esercizio 2018 in corso, rispetto alla stessa data del 2017, risultava in incremento del 39%. Tali dati, consuntivi e tendenziali, stanno a confermare la bontà delle diverse azioni poste in essere, in parte già avviate nel 2016 e proseguite nel corrente esercizio. L’assemblea degli azionisti per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2017 è convocata per il 24 aprile 2018 in prima convocazione e ove occorresse per il 26 aprile 2018 in seconda convocazione.

Italia Oggi

Share
Share