Leonardo ha siglato un accordo con Nozomi Networks

Share

Andrea Biraghi, Managing Director della Divisione Sistemi per la Sicurezza e le Informazioni di Leonardo

Leonardo accelera sull’open innovation, ossia su quel modello di innovazione secondo il quale le imprese, per creare più valore e competere meglio sul mercato, non possono basarsi soltanto su idee e risorse interne ma hanno il dovere di ricorrere anche a strumenti e competenze tecnologiche che arrivano dall’esterno, in particolare da startup, università, istituti di ricerca, fornitori, inventori, programmatori e consulenti.

L’azienda italiana attiva nei settori della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza ha siglato un accordo con Nozomi Networks, leader nelle tecnologie di cybersecurity a protezione dei sistemi di controllo industriale (ICS). Scopo dell’accordo è incorporare le soluzioni Nozomi nel Programma di Protezione Globale di Leonardo per la sicurezza informatica delle Infrastrutture Critiche, assicurando la rilevazione automatica del comportamento delle comunicazioni, nessun impatto per l’operatività dei sistemi industriali attraverso il monitoraggio passivo, il controllo analitico e l’identificazione continua delle minacce cibernetiche. L’offerta sarà disponibile per i clienti del Programma di Protezione Globale di Leonardo in tutto il mondo.

“La minaccia cibernetica alle infrastrutture critiche, ai sistemi industriali e alle reti operative è sempre più pressante ed è in rapida crescita la domanda di una protezione più efficace”, ha dichiarato Andrea Biraghi, Managing Director della Divisione Sistemi per la Sicurezza e le Informazioni di Leonardo. “Abbiamo avviato la collaborazione con Nozomi Networks, riconoscendo all’azienda la capacità di fornire un supporto decisivo nel rilevare, in modo tempestivo e proattivo, le anomalie, prevenendo le minacce, così come richiesto dai nostri clienti.”

Ilmessaggero.it (Teleborsa)

Share
Share