Borsa: Milano avanza, esito voto non spaventa

Share

Bene anche le altre europee, Germania guarda a nuovo governo

 

Piazza Affari avanza con il Ftse Mib che guadagna lo 0,9% a 22.012. La fase elettorale appare ormai archiviata e l’esito del voto non sembra spaventare gli investitori. Il rendimento del Btp è sotto il 2% e lo spread con il Bund tedesco è a 134 punti base. In lieve rialzo l’euro a 1,23 sul dollari sul mercato di Londra. A Milano vola Tim in rialzo del 5,4%, nel giorno dell’approvazione dei conti del 2017 e del piano 2018-20. Bene anche la controllata Inwit che guadagna lo 0,33%, dopo i risultati migliori delle attese. In positivo le banche che ieri hanno risentito di forti perdite. Fineco guadagna il 2,2%, Bper e Banco Bpm (+2%), Ubi (+1,1%). In positivo anche Carige (+2,4%), nel giorno del consiglio d’amministrazione. In flessione Saipem che cede il 2,4%, con i conti del 2017 che vendono una perdita di 328 milioni. In lieve calo anche Luxottica (-0,6%), dopo l’acquisizione in Giappone della società Fukui Megane. Le Borse europee aprono in rialzo, in scia con la chiusura positiva di Wall Street e con gli investitori che non temono una eventuale crisi sul fronte commerciale per la vicenda dei dazi degli Usa. L’Europa sin da ieri non ha risentito dell’esito del voto per le elezioni politiche in Italia. Francoforte guadagna l’1,14% con il Dax a 12.229 punti, in vista della formazione del nuovo governo. Londra avanza dello 0,88% con il Ftse 100 a 7.069 punti e Parigi è in rialzo dello 0,69% con il Cac-40 a 5.203 punti. Avvio di giornata poco mosso per lo spread tra Btp e Bund che apre a 134 punti sulla linea della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano è all’1,99%.

Ansa

Share
Share