In Italia oltre 400 mila donne protagoniste delle vendite dirette

Share

Avedisco con le sue aziende associate registra il 65% di incaricate

 

Il lavoro si tinge di rosa. Non solo cresce il tasso di occupazione femminile, ma crescono anche le attività professionali sempre più gestite da donne. Le vendite dirette sono un esempio e un’opportunità concreta per tutte quelle che vogliono essere protagoniste non solo della sfera famigliare ma anche di quella professionale. La conferma viene da Avedisco, l’associazione vendite dirette e servizio consumatori che, con le sue 38 aziende associate, ha il 65 % di donne incaricate alle vendite, che corrispondono a oltre 135 mila persone in totale. In tutta Italia il numero complessivo delle donne che svolgono l’attività di vendita diretta sale a 413.350 (il 75,7 % del totale). L’importanza della presenza femminile è confermata anche a livello europeo e mondiale. Nel vecchio continente la percentuale femminile è il 77% (quasi 11,5 milioni di donne), mentre a livello mondiale la percentuale è del 74,5 %, quasi 80 milioni di donne che svolgono questa attività. La vendita diretta è un settore flessibile con prospettive di crescita personale e si attaglia bene al mondo femminile: neodiplomate o neolaureate, mamme, casalinghe, donne che hanno la voglia o la necessità di reinventarsi professionalmente possono trovare molte opportunità. La professione premia il merito, non richiede investimenti onerosi o particolari titoli di studio: quello che conta è la capacità di organizzare il proprio tempo, avere empatia e attitudine al problem solving, caratteristiche proprie delle donne.

La Stampa

Share
Share