Contratto da 750 milioni per Saipem

Share

Svilupperà una grande raffineria in Oman. Contenzioso chiuso in Algeria

 

Doppio colpo per il gruppo Saipem: ieri ha concordato un’intesa “tombale” con la Sonatrach, che risolve tutti i contenziosi aperti in Algeria, e oggi si è aggiudicata un contratto da 750 milioni di dollari in Oman per attività di ingegneria, approvvigionamento, costruzione e commissioning. Il contratto riguarda lo sviluppo della raffineria Duqm, nel Nord Est del Paese. La commessa è stata assegnata da Duqm Refinery and Petrochemical Industries Company, una joint-venture tra Oman Oil Company (la compagnia petrolifera nazionale) e Kuwait Petroleum International. La raffineria, una volta completata, avrà una capacità di raffinazione di circa 230.000 barili al giorno.
Stefano Cao, amministratore delegato di Saipem: «Questo nuovo contratto segna il rilancio delle nostre attività in Oman, Paese in cui Saipem ha già operato con successo in passato».

La Stampa

Share
Share