Roberto Fabbricini è il commissario straordinario della Figc

Share

Billy Costacurta e Angelo Clarizia nominati subcomissari dalla giunta esecutiva del Coni. Il commissariamento durerà sei mesi. Ad aiutare il presidente del Coni Paolo Nicoletti e Bernardo Corradi

Roberto Fabbricini

È Roberto Fabbricini, segretario generale del Coni, il commissario straordinario della Figc dopo la mancata elezione del presidente federale. Billy Costacurta e Angelo Clarizia sono i due subcomissari che lo affiancheranno. Li ha nominati la giunta esecutiva del Coni su proposta del presidente Giovanni Malagò.

Ad annunciarli lo stesso Malagò, durante la conferenza stampa: “Il commissariamento durerà 6 mesi, fino al 30 luglio. Ho un dovere morale e sportivo, dopodomani partirò per la Corea, ogni giorno ho impegni con atlete e atleti. Non li posso lasciare sul più bello. Ho impegni con gli sponsor. Con tutto il rispetto per il calcio, andrò in Corea. Le scelte che ho fatto sono arrivate dopo aver visto il triste record della Figc, l’organo pù cmmissariato della storia del Coni, soprattuttto negli ultimi trent’anni. C’erano tre candidati e non si è riusciti a eleggere un presidente neanche alla quarta votazine: penso sia un record mondiale”.

Ad aiutarli in questo difficile compito Massimo Proto, membro della commissione che studia il tema statuti e regolamenti, e Alberto De Negro, presidente del collegio sindacale del comitato olimpico aiuteranno Fabbricini: “Ho bisogno del sostegno e dell’esperienza di tutti. Per me è un grande onore mettersi al servizio dello sport. Rinuncerò alla spedizione olimpica in Corea, prenderò parte solo alla cerimonia d’apertura e farò un rapido in bocca al lupo algi atleti. Insieme al presidente abbiamo costruito una squadra forte. Sarà fondamentale l’esperienza di Costacurta, soprattutto in ottica di rilancio della Nazionale. Dovremo muoverci con velocità e giudizio”. Fabbricini ha poi ricordato Azeglio Vicini, l’ex ct azzurro scomparso ieri.

“Il primo atto in A? Voglio nominare il commissario della Lega di A, proporrò Giovanni Malagò. Con lui il vicepresidente della Lega Paolo Nicoletti e Bernardo Corradi“.

Costacurta: “Questa la squadra più forte” —  “Ho giocato con 14 Palloni d’Oro, ma questa è la squadra più prestigiosa con cui scenderò in campo. Ringrazio la giunta – ha scherzato – che mi ha dato un nuovo lavoro. Fino a ora ho fatto l’autista di mio figlio che è adolescente e non mi vuole più vedere”.

Chi è Roberto Fabbricini? — Un uomo del Coni, dove da cinque anni ha svolto il ruolo di segretario generale, per provare a ricostruire il calcio italiano dalle macerie del fallimento della mancata qualificazione a Russia 2018. Roberto Fabbricini, romano, 72 anni, sposato e con un figlio, è il commissario straordinario scelto da Giovanni Malagò per traghettare la Federcalcio oltre la crisi. Un passato da atleta nella categorie giovanili – fu primatista e campione italiano juniores nella 4×100 a 17 anni -, è al Coni dal 1972 e ha cominciato dopo pochissimo a lavorare alla preparazione.

È stato dirigente del Coni dal 1984 e dal 1994 dirigente superiore: con questi ruoli ha partecipato a ben 15 edizioni dei Giochi olimpici (otto estive e sette invernali) e 9 edizioni dei Giochi del Mediterraneo, nonché capo missione in cinque Olimpiadi. Ha spesso prestato la sua esperienza anche alle federazioni, come dimostra, di recente,  il ruolo di direttore esecutivo svolto all’interno della Federazione Internazionale di Baseball, dal 2009 al 2012. A livello internazionale è stato componente della Commissione tecnica Giochi del Mediterraneo e della Commissione “Giochi Olimpici” dei Comitati olimpici europei (Coe). Il ruolo di ‘commissariò non è nuovo per Fabbricini che nel 2014 venne nominato come reggente del comitato regionale Coni Marche dopo le dimissioni del presidente Fabio Sturani.

Repubblica.it

Share
Share