Arriva la rivoluzione fiscale di Facebook: il colosso pagherà le tasse (anche in Italia)

Share

Facebook pagherà le tasse nei paesi in cui realizza ricavi, Italia compresa. “Ogni Paese è unico e vogliamo essere sicuri di realizzare questo cambiamento in modo corretto – ha spiegato Dave Wehner, Chief financial officer di Facebook, illustrando la decisione della società di passare a una “struttura di vendita locale” nei paesi in cui è presente un ufficio che fornisce supporto alle vendite nei confronti degli inserzionisti locali. I relativi ricavi pubblicitari non saranno più contabilizzati dalla sede internazionale a Dublino, ma dalla società presente in quel Paese. La società fondata da Mark Zuckerberg. conta di realizzare il cambiamento nel corso del 2018, con l’obiettivo di completarlo in tutti gli uffici (sono circa 30 in tutto il mondo) entro la prima metà del 2019. Il cambiamento globale quindi riguarderà anche l’Italia, dove, a quanto si apprende, inizierà già nella prima metà dell’anno prossimo. Facebook ha già fatto un cambiamento simile anche nel Regno Unito e in Australia, dove ora contabilizza localmente i ricavi realizzati con il supporto dei team locali. Il quartier generale di Menlo Park (California) continuerà ad essere la sede centrale di Facebook negli Stati Uniti, e gli uffici a Dublino (Irlanda) continueranno ad essere l’headquarter internazionale.

ItaliaOggi

Share
Share