Il piano fiscale di Berlusconi: via le tasse sulla prima auto e sì alla flat tax

Share

Il leader di Forza Italia Sivlio Berlusconi rilancia il piano fiscale del centrodestra in vista delle prossime elezioni politiche. Meno tasse su famiglie, imprese e lavoro, flat tax dall’aliquota però ancora indeterminata («la stiamo studiando per capire le esigenze di gettito dello Stato»), meno tasse su successioni, ma anche per l’acquisto della prima auto, «considerando che l’auto è quella con cui si accompagnano i figli a scuola», In un’intervista a TgCom24, Berlusconi ha rilanciato il suo piano, che punta tutto sulla flat tax, sul modello di Hong Kong, «quando l’introduzione di un’aliquiota unica fece decollare l’economia di quel paese». Berlusconi vorrebbe l’aliquota al 23%, compensata da una serie di detrazioni fiscali per garantirne la progressività; il leader della Lega, Matteo Salvini, invece, ha rilanciato un’aliquota molto più bassa, al 15%.

ItaliaOggi

Share
Share