Mediobanca acquisisce il 69% della svizzera Ram Ai

Share

Alberto Nagel, ceo di Mediobanca

Mediobanca acquisirà il 69% della societa’ svizzera Ram Ai, con cui ha siglato una partnership strategica: si tratta di uno dei principali gestori sistematici europei, che offre un’ampia gamma di fondi alternativi con gestione equity sistematica fondamentale e fixed income discrezionale a una vasta platea di investitori istituzionali e professionali. Al 31 ottobre, Ram Ai aveva attivi per 4,9 miliardi di franchi svizzeri gestiti in 14 fondi. Il gruppo di Ginevra continuera’ a gestire l’operativita’ quotidiana e manterra’ la propria indipendenza organizzativa, potendo altresi’ beneficiare di una solida struttura istituzionale, dell’apporto di seed capital di lungo termine che contribuira’ a promuovere l’innovazione e la ricerca e di un piu’ ampio network distributivo in Europa. I partner fondatori Thomas de Saint-Seine, Maxime Botti ed Emmanuel Hauptmann manterranno una partecipazione significativa nella Societa’ e rimarranno impegnati nel suo sviluppo almeno per i prossimi dieci anni. In aggiunta, ogni partner reinvestira’ un porzione significativa dei proventi della transazione nei fondi della societa’. Lo storico socio e investitore istituzionale di Ram Ai, il gruppo Reyl, manterra’ una quota del 7,5% nella Societa’ e continuera’ ad operare come partner e anchor investor nei prodotti della Societa’. La transazione e’ soggetta alle consuete condizioni, inclusa l’autorizzazione da parte delle autorita’ competenti, e il closing e’ previsto nella prima meta’ del 2018. “Mediobanca e’ un eccellente partner sia da un punto di vista culturale che di sinergie distributive. La partnership mettera’ a disposizione ulteriori risorse operative ed un apporto di seed capital che aiutera’ a promuovere l’innovazione e la ricerca in Ram Ai, allo stesso tempo preservando la nostra indipendenza e cultura peculiare. Il nostro obiettivo e’ continuare ad offrire diverse soluzioni di investimento ai nostri investitori, generando solidi rendimenti risk-adjusted basati su comprovate filosofie d’investimento”, ha commentato l’ad Thomas de Saint-Seine.
Per il ceo di Mediobanca Alberto Nagel “il piano strategico approvato nel novembre 2016 ha definito una chiara accelerazione nel nostro riposizionamento attraverso la creazione e lo sviluppo di una piattaforma di Asset Management. Nell`ambito di questo piano Mediobanca è fortemente impegnata nella creazione e sviluppo di un business di Alternative Asset Management, attraverso la creazione di partnership strategiche con selezionati operatori dotati di team di gestione di qualità, ottimi track record e piattaforme scalabili. RAM AI è particolarmente qualificata per integrare la piattaforma di Mediobanca e diventare la base per lo sviluppo di strategie sistematiche di gruppo ed un centro di innovazione e di generazione di nuove idee d`investimento. Inoltre RAM AI darà un contributo di scala alla nostra piattaforma alternative, amplierà il portafoglio prodotti con strategie equity ed è eccezionalmente posizionata per beneficiare di sinergie di cross selling, network distributivo e complementarietà geografica”.
Attraverso RAM AI, Mediobanca compie un importante passo avanti nello sviluppo di business ad alto apporto commissionale e a basso assorbimento di capitale. In dettaglio: AUM & AUA di gruppo in aumento del 15% (da 30 mld a giugno 2017); ricavi commissionali di gruppo in aumento di circa il 10% (da 0,5 mld a giugno 2017); commissioni da private/AM in aumento del 30% (da 134 milioni a giugno 2017).
Si stima che la transazione assorbirà circa 30 bps del CET1 del Gruppo Mediobanca (a Giugno 2017, valutando anche accordi put&call, seed capital e pagamento 50% cash).

ItaliaOggi

Share
Share