Elezioni Ostia. Vincono i grillini

Share

Giuliana Di Pillo, nuovo sindaco di Ostia

I grillini conquistano Ostia. La candidata del Movimento Cinque Stelle, Giuliana Di Pillo, si impone con il 60% al ballottaggio del X Municipio di Roma.

“È La vittoria di tutti i cittadini e della voglia di rinascita. Grazie di cuore! #decimoriparte”, scrive su Twitter la prossima presidente del decimo Municipio. La candidata pentastellata, 55 anni, è stata eletta al ballottaggio con il 59,60% dei voti mentre la sfidante del centrodestra, Monica Picca, si è fermata al 40,40%.

Un distacco molto più netto di quello che aveva separato le due contendenti al primo turno, lo scorso 5 novembre, quando Di Pillo aveva preso il 30,21% e Picca il 26,68.

FLOP AFFLUENZA – L’affluenza definitiva per l’elezione del presidente del Municipio X, secondo il sito elettorale del Campidoglio, è stata del 33,60%. L’altro dato che emerge dalla consultazione nel municipio, che è stato sciolto per mafia nel 2015 ed esce ora dal commissariamento, è quindi quello dell’astensione: votanti in ulteriore calo di circa tre punti rispetto al 36,10% del primo turno.

Nel dettaglio, su 185.661 aventi diritto (89.092 maschi e 96.569 femmine) si sono presentati alle urne in 62.378 (30.607 maschi e 31.771 femmine).

RAGGI – Il risultato delle elezioni municipali, viste come un primo banco di prova del primo anno e mezzo di governo a 5 stelle, fa esultare la sindaca di Roma Virginia Raggi: “I cittadini tornano protagonisti. Brava giulianadipillo! I romani sono con noi e per il cambiamento #DecimoRiparte”, ha scritto in un Tweet la prima cittadina.

Soddisfatti anche i vertici del Movimento. “L”effetto Raggi’ esiste, ma è positivo – ha affermato su Facebook il candidato premier M5S Luigi di Maio -. Il risultato di oggi dimostra che i cittadini non credono più alla propaganda contro le nostre giunte e contro il Movimento. Ostia dimostra anche che siamo capaci sia di battere la cosiddetta sinistra che la cosiddetta destra, anche quando sono al massimo della loro forza e coalizzate”.

LA POLEMICA – Ma dopo il risultato delle urne è già polemica. “All’Idroscalo noi abbiamo perso e loro hanno acquistato circa mille voti – ha commentato Monica Picca – e l’Idroscalo è nuova Ostia, lì dove sono rappresentati soprattutto i voti di Casapound”. Il voto degli Spada è andato alla Di Pillo? “Penso proprio di sì”, ha risposto Picca.

Adnkronos

Share
Share