Tesla ha chiuso, con un rosso di 619 mln di dollari, il peggior trimestre di sempre

Share

Tesla ha chiuso il peggior trimestre di sempre, con un rosso di 619 milioni di dollari, contro un utile di 22 milioni riportato un anno fa. Su base rettificata, la perdita per azione si e’ attestata a 2,92 dollari, contro un consensus a 2,28 dollari.
Il gigante della Silicon Valley aveva come obiettivo quello di produrre 5.000 berline Model 3 a settimana entro fine anno, ma ha dovuto rinviare il target al primo trimestre dell’anno prossimo. La compagnia ha attribuito il ritardo all’assemblaggio dei pacchetti di batterie nella sua fabbrica di Reno.
Tesla, inoltre, non e’ ancora in grado di dire quando raggiungera’ il target di 10.000 Model 3 prodotte a settimana e se dovra’ scegliera tra la crescita e la spesa in conto capitale. Le attese per la Model 3 hanno contribuito a far impennare il titolo di Tesla del 50% quest’anno, attribuendole un valore di mercato che compete con quello di Gm.
Un anno fa, Elon Musk aveva detto che la produzione di Model 3 sarebbe iniziata a luglio di quest’anno, con 200.000 unita’ nella seconda meta’ del 2017. A marzo la compagnia aveva promesso 500.000 veicoli entro il 2018, tra Model 3, Model X e Model S.
Musk aveva previsto che avrebbe prodotto piu’ di 1.500 Model 3 nel terzo trimestre, per poi raggiungere le 5.000 a settimana entro fine anno e 10.000 a settimana nel 2018. Lo scorso mese, Tesla ha sorpreso negativamente gli investitori dicendo che nel terzo trimestre aveva prodotto solo 260 Model 3.
Il +36% messo a segno dalle vendite di Model X nel trimestre ha fatto aumentare i ricavi del 30% a 2,98 miliardi di dollari, contro attese a 2,95 miliardi.
Pur avendo emesso un bond da 1,8 miliardi di dollari, Tesla ha chiuso il trimestre con cash per 3,5 miliardi, 500 milioni in piu’ del secondo trimestre. La situazione dovrebbe migliorare nel 2018, quando i volumi di Model 3 saranno piu’ sostenuti.
Tesla ha previsto 1 miliardo di dollari di spese in conto capitale nel quarto trimestre, dopo gli 1,1 miliardi del terzo trimestre, superando i 2 miliardi programmati per il secondo semestre. Tesla ha detto di aver bisogno di un minimo di 1 miliardo di dollari di capitale circolante ogni trimestre. La compagnia ha 1,4 miliardi di dollari di debito da dover restituire entro la fine dell’anno prossimo e la spesa in conto capitale dell’anno prossimo dovrebbe essere in linea con i 3,6 miliardi attesi per quest’anno.

ItaliaOggi

Share
Share