Non solo Samsung: anche per Sony utili record

Share

 

Non solo Samsung Electronics, ma anche Sony viaggia su utili record. Se il gruppo sudcoreano ha confermato oggi profitti trimestrali da primato, questa volta anche il gruppo giapponese ha potuto annunciare un semestre al top della sua storia e una attesa di record nell’intero esercizio che si chiudera’ il prossimo marzo.
L’utile operativo annuale della Sony e’ pronosticato infatti a 630 miliardi di yen (5,5 miliardi di dollari) – rispetto alla precedente stima di 500 miliardi – , grazie soprattutto alle robuste vendite nel settore musicale, giochi e semiconduttori accoppiate a uno yen debole. Un livello di redditivita’ della gestione che supera quella conseguita a oltre 525 miliardi di yen nel 1997 – ai tempi della prima PlayStation – , mai piu’ realizzata e anzi per lunghi anni trasformatasi in un rosso. L’utile netto e’ atteso a 380 miliardi di yen, con una revisione al rialzo del 26% rispetto alle stime rilasciate lo scorso agosto. Nel primo semestre dell’esercizio (aprile-settembre) gli utili netti hanno raggiunto il massimo storico di 211,7 miliardi di yen, otto volte piu’ dello stesso periodo dell’annata precedente, con un profitto operativo a 361,8 miliardi di yen e vendite in rialzo di quasi il 19%.
Da inizio anno le azioni di Sony risultano in rialzo di circa il 35% ma restano lontane dal record, mentre quelle di Samsung hanno toccato un nuovo massimo storico trascinando a un ennesimo record la Borsa di Seul. Un’altra differenza riguarda i cambiamenti al vertice, solo per il gruppo sudcoreano, che ha ringiovanito la prima linea, definendo i nuovi ruoli apicali di top manager non ancora sessantenni come Kim Ki-nam, (a capo di semiconduttori e display), Kim Hyun-suk (elettronica di consumo) e Koh Dong-jin (IT e mobile), mentre il 62enne Cfo Lee Sang-hoon sara’ il nuovo chairman del board e lascera’ la direzione fiananziaria. Il 49enne leader di fatto Jay Y. Lee e’ in carcere per una condanna per corruzione.

Il Sole 24 Ore

Share
Share