Cimici dei letti sul volo dal Canada, British Airways costretta alle scuse

Share

Heather Szilagyi volava da Vancouver a Londra con la figlia di otto anni e il fidanzato quando ha notato i parassiti sul seggiolino. Ha chiesto di cambiare posto ma le è stato detto di no. Al mattino ha twittato le foto dei morsi sulla pelle

Alla fine British Airways ha deciso di scusarsi con una famiglia canadese che ha denunciato di essere stata punta dalle cimici dei letti durante un volo notturno. Heather Szilagyi volava da Vancouver a Londra con la figlia di otto anni e il fidanzato all’inizio del mese. Dopo aver individuato le cimice, la signora Szilagvi si era lamentata con l’assistente di volo che però le ha detto che non c’erano altri posto sul volo e quindi non potevano cambiare poltrona. La mattina dopo, lei e la figlia si sono svegliate con diverse punture. La donna ha quindi deciso di twittare le foto. A questo punto British Airways si è scusata.

«Abbiamo contattato la nostra cliente per porgere le nostre scuse e approfondire la vicenda – ha detto un rappresentante della compagnia aerea – British Airways gestisce più di 280 mila voli ogni anno, e le segnalazioni di cimici a bordo sono estremamente rare. Tuttavia, siamo vigili e continuamente monitorare i nostri aerei».

Corriere.it

Share
Share