Fmi: economia mondiale si rafforza ma ripresa “non completa”, restano rischi “seri”

Share

Il Fondo monetario internazionale brinda a un’attivita’ economica mondiale che si rafforza ma allo stesso tempo fa notare che la ripresa “non e’ completa” e che ancora esistono rischi “seri” che potrebbero frenare la crescita. Nel suo World Economic Outlook – il rapporto sull’economia globale preparato in occasione degli Annual Meetings in corso a Washington, Usa – il Fondo riconosce che “la ripresa potrebbe rafforzarsi ulteriormente, grazie a una fiducia forte di aziende e consumatori e a condizioni finanziarie favorevoli”.
Tuttavia, l’istituzione guidata da Christine Lagarde avverte: in un contesto caratterizzato da una incertezza politica notevole e da tensioni geopolitiche, passi falsi in termini di politica economica (che comunque esclude dal suo scenario di base) “potrebbero pesare sulla fiducia dei mercati risultando in condizioni finanziarie piu’ stringenti e in prezzi degli asset piu’ bassi”. Tra i rischi al ribasso citati dal Fondo ci sono un restringimento “piu’ rapido e notevole” delle condizioni finanziarie, tensioni finanziarie nelle economie dei mercati emergenti che potrebbero arrivare per esempio da un forte rallentamento della Cina e un’inflazione che resta bassa nelle economie avanzate. Senza citarlo apertamente, l’Fmi manda un messaggio al presidente americano Donald Trump intenzionato a smantellare la riforma finanziaria del 2010 (la Dodd-Frank): “Un passo indietro” rispetto ai miglioramenti fatti nella regolamentazione e nella supervisione finanziaria dai tempi della Grande Recessione “potrebbe abbassare i cuscinetti di capitale e liquidita’ o indebolire l’efficacia della supervisione con ripercussioni negative per la stabilita’ finanziaria globale”.

Il Sole 24 Ore Radiocor Plus

Share
Share