Le batterie del nuovo iPhone 8 Plus potrebbero avere un problema

Share

Si sono verificati cinque casi in cui la batteria si è gonfiata in modo anomalo.

I nuovi iPhone sono appena stati lanciati e, come ci si poteva aspettare, stanno già andando a ruba. Sono in molti coloro che, nonostante il prezzo non proprio abbordabile, hanno deciso di accaparrarsi gli ultimi modelli di casa Apple. Ma pare che ci sia già qualcosa che non funzioni come dovrebbe. Dopo i problemi legati ai ritardi nello sviluppo e nella produzione di alcune componenti, sembra che, dopo essere stato introdotto sul mercato, soprattutto iPhone 8 Plus presenti dei problemi alla batteria.
Come riporta “Agi” – l’agenzia giornalistica italiana – si sono verificati cinque casi in cui la batteria dell’iPhone 8 Plus, il più costoso e chiacchierato tra i nuovi modelli, si è gonfiata. Per fortuna non è arrivata ad esplodere, ma i rigonfiamenti segnalati sono a dir poco anomali. I casi si sono verificati a Honk Kong, in Giappone, a Taiwan, in Canada e in Grecia. La prima segnalazione è giunta a settembre da Taiwan, dove una donna ha visto il suo nuovo smartphone aprirsi mentre era in carica. L’acquirente ha riportato che il suo cellulare, un iPhone 8 Plus da 64 Gb, aveva il 70% di batteria restante e si stava caricando tramite il cavetto originale fornito da Apple insieme alla confezione. A pochi giorni di distanza, si è verificato un secondo caso in Giappone. Pare che la causa dell’anomalia sia il gas che, una volta sviluppatosi all’interno della batteria, la faccia gonfiare in maniera spropositata. La conseguente pressione causerebbe l’apertura della scocca del telefono, proprio come avviene per una vecchia scarpa consumata. Pare che addirittura il display sia arrivato a staccarsi. L’unico aspetto positivo è che il rigonfiamento non ha provocato alcuna esplosione. I cinque casi finora verificatisi non sembrano però sufficienti a sostenere che i nuovi iPhone abbiano effettivamente un problema. L’azienda di Cupertino, come riporta “The Guardian“, produce e vende tra i 40 e gli 80 milioni di dispositivi a trimestre che, se paragonati alle cinque segnalazioni di rigonfiamento della batteria, non fanno scaturire alcun allarme. Gli esperti di Apple, comunque, sono al lavoro per cercare di capire perché si sia verificato questo problema alle batterie: ad oggi, le ipotesi più accreditate sono un difetto di produzione o qualche errore verificatosi durante la spedizione degli smartphone.
Qualche tempo fa, anche la diretta concorrente di Apple, Samsung, si trovò costretta a fronteggiare un problema simile. Le batterie del nuovissimo Galaxy Note 7, infatti, furono segnalate perché prendevano fuoco. L’azienda sudcoreana, non essendo riuscita a risolvere la spinosa vicenda, fu costretta a ritirare i suoi dispositivi dal mercato. Va detto, però, che in quel caso le segnalazioni furono centinaia, contro le appena cinque verificatesi nel caso dell’iPhone 8 Plus.

BlastingNews

Share
Share