Educazione finanziaria, al via settimana in 70 paesi

Share

 

Promuovere l’alfabetizzazione finanziaria di base presso giovani e adulti e favorire con ciò una maggiore consapevolezza nelle scelte di investimento degli italiani: è questo l’obiettivo della Settimana Mondiale dell’Investitore (World Investor Week – WIW), un progetto di educazione finanziaria coordinato in Italia da Consob nell’ambito di una più ampia iniziativa della Iosco (International Organization of Securities Commissions), l’organizzazione che raccoglie le autorità di regolamentazione e di vigilanza sui mercati finanziari di tutto il mondo.  Dal 2 ottobre, fino a domenica 8 circa settanta Paesi aderenti alla Iosco lanceranno, in una prima grande azione coordinata a livello mondiale, campagne di informazione per diffondere presso il pubblico indifferenziato l’Abc dell’educazione finanziaria. Spettacoli teatrali, lezioni e conferenze nelle scuole secondarie superiori e nelle università, giochi formativi, quiz: questo l’armamentario impiegato per raggiungere tutte le fasce della popolazione e rendere facilmente accessibili i concetti di base della finanza da usare nella vita quotidiana.

Alla casa Internazionale delle Donne si parte il prossimo 3 ottobre e, per cinque martedì consecutivi, si parlerà di educazione finanziaria con il ciclo di appuntamenti: “Impara, Risparmia, Guadagna”, ‘Percorso di Educazione Finanziaria per decisioni economiche consapevoli’.

 Si tratta di un itinerario didattico, gratuito, che vuole dare alle donne strumenti necessari per una maggiore consapevolezza nel comprendere e valutare le questioni finanziarie, assicurative e previdenziali che le riguardano personalmente. A saper leggere le notizie di natura economica e, soprattutto, a compiere scelte economiche consapevoli per costruirsi una serenità finanziaria in futuro.
L’iniziativa rientra nella prima edizione della “WIW – Settimana Mondiale dell’Investitore”. Il corso sarà tenuto da esperte di Banca d’Italia e Global Thinking Foundation con Assiom Forex, attraverso la task force “Donne al Quadrato”, con Consob (promotrice in Italia della Wiw) e con Ivass.

ANSA

Share
Share