Draghi: disoccupazione giovanile Ue calata al 19% ma non basta

Share

 

Il Pil dell’Eurozona è in crescita da 17 trimestri consecutivi, creando nel complesso oltre 6 milioni di posti di lavoro”. Lo ha indicato il presidente della Bce, Mario Draghi, spiegando che “dal picco del 24% nel 2013, la disoccupazione giovanile è scesa intorno al 19% nel 2016 ma è di circa 4 punti percentuali più alta rispetto all’inizio della crisi nel 2007″. Il 17% dei giovani tra i 20-24 anni non studia, non lavora e non fa formazione”.

Tgcom24

Share
Share