Al via ViviSmart, ‘dieta mediterranea’ per scuole e famiglie

Share

Coinvolgerà 2,5 milioni persone progetto stili di vita salutari

Al centro le scuole con 1.500 bambini delle primarie e i loro nuclei familiari, più di 100 famiglie con almeno un caso di obesità, circa 2 milioni e mezzo di cittadini, 25 medici di medicina generale e 16 punti vendita per “far riavvicinare gli italiani al modello alimentare mediterraneo, dall’importanza dell’acqua al cibo, e ai corretti stili di vita anche grazie ad una giusta attività motoria”. E’ “ViviSmart” il progetto pilota per “favorire l’adozione di stili di vita più salutari”, a Milano, Genova, Parma e Bari, nato dall’alleanza “aBCD” Barilla, Coop Italia, Danone e quindi tra Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori-Coop e Fondazione Istituto Danone, presentato questa mattina presso il Ministero della Salute di Lungotevere Ripa 1 a Roma.
Le iniziative informative nei punti vendita con totem, nelle scuole con giochi e attività interattive, e online tramite la piattaforma www.progettovivismart.it e l’hashtag #abcdpervivismart inizieranno il 30 settembre. “E’ un grande esperimento che spero potrà darci dati interessanti – ricorda il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin – in particolare sul cambiamento degli stili di vita di queste famiglie; capire cosa significa la salute è fondamentale, ci accorgiamo della sua importanza quando purtroppo non l’abbiamo più, soprattutto i giovani: ViviSmart è importante per capire che alimentazione e attività motoria sono al centro, naturalmente con la dieta mediterranea”. Poi conclude: “La lotta all’obesità è una grande sfida di tutti i Paesi, è al centro della nostra attività di prevenzione. Batterla significa: stili di vita migliori e abbattimento dei costi del servizio nazionale sanitario”.

ANSA

Share
Share