Effetto Icardi per la World Marketing Football: la società di Wanda Nara in utile per 1 milione

Share

Mauro Icardi protagonista non solo in campo. L’agenzia della moglie-manager, Wanda Nara, ha infatti chiuso il bilancio al 31 dicembre 2016 con un utile di un milione di euro, in miglioramento rispetto al 2015.

L’ex soubrette argentina, infatti, non è diventata solo l’agente del marito Mauro Icardi (seppur formalmente il ruolo sia di Pino Letterio, come emerge dai documenti pubblicati dalla Figc riguardo le transazioni e i procuratori sportivi) ma ha anche creato una società per gestire l’immagine sua e del capitano dell’Inter.

Soldi Wanda Nara Icardi

Il 27 aprile 2015 (circa un mese prima dell’annuncio del rinnovo al 2019 dello stesso Icardi con l’Inter, avvenuto ad inizio giugno, con un nuovo rinnovo nel 2016 fino al 2021) infatti è stata costituita, davandi ad un notaio di Modena, la WORLD MARKETING FOOTBALL S.R.L., abbreviabile in W.M.F. S.R.L..

La World Marketing Football è nata sostanzialmente per gestire i diritti d’immagine dello stesso Icardi, visto che nell’ultimo rinnovo contrattuale sono stati lasciati al giocatore il 50% dei diritti. La società ha tra le altre cose, infatti, “per oggetto sociale:

– l’acquisizione, lo sfruttamento e la gestione sia a fini pubblicitari che commerciali, in Italia come all’estero, dell’immagine e del nome di sportivi professionisti mediante l’utilizzo e l’impiego di qualunque mezzo e strumento ed attraverso qualsiasi modalità;

– la prestazione di servizi, e tutte le attività connesse, a favore e nell’interessi di personaggi dello spettacolo in genere, di atleti professionisti e dilettanti e di società che operano nel settore dello spettacolo pubblico e privato degli sport;

– la ricerca e la selezione di testimonials per campagne pubblicitarie a favore di aziende commerciali per comunicati televisivi, radiocomunicati, film pubblicitari, riprese fotografiche e per materiale promozionale;

– la organizzazione di eventi sportivi, campus e/o raduni di giovani anche attraverso la gestione, diretta o indiretta, dei relativi impianti e di ogni altra attività collaterale;

– l’ideazione, la creazione, la produzione anche a mezzo terzi, l’acquisto, la commercializzazione e la distribuzione, all’ingrosso, al dettaglio e tramite vendita per corrispondenza ed e-commerce, sia in Italia che all’estero, di articoli ed accessori di ogni tipo per l’abbigliamento, articoli ed accessori di ogni tipo per lo sport, materiale pubblicitario e di prodotti di ogni tipo suscettibili di essere personalizzati in funzione dello sfruttamento dei diritti dell’immagine;

– la gestione di siti telematici interattivi virtuali;

– la realizzazione e la gestione di contratti anche in esclusiva con personaggi con ampia notorietà pubblica per la realizzazione di servizi radio, televisivi, spot, filmati pubblicitari e manifestazioni in generale”.

Il bilancio al 31 dicembre 2016 si è chiuso, per la World Marketing Football, con un utile di poco più di un milione di euro (1.093.158 euro), a frone di ricavi per 1,7 milioni (1.728.125 euro). Dati in crescita rispetto al primo bilancio, che si era chiuso però con soli 7 mesi circa di esercizio, con un utile di quasi 800mila euro, a fronte di ricavi per 1,3 milioni di euro. Entrambi gli utili sono stati interamente destinati alla riserva straordinaria, con la società che ha ora un patrimonio netto di 1.901.981 euro.

Calcio e Finanza

Share
Share