Fondazioni bancarie, nel 2016 413 mln al welfare

Share

Risultati interessanti dal XXII Rapporto annuale sulle Fondazioni di origine bancaria relativo all’esercizio 2016  e realizzato da Acri. Il totale dei finanziamenti erogati lo scorso anno ha raggiunto i 1.030,7 milioni di euro (+10% rispetto ai 936,7 milioni di euro del 2015), lo scorso anno hanno finanziato 20 mila interventi.

In particolare buone notizie per i settori arte, attività e beni culturali, che si confermano il settore specifico di intervento preferito, beneficiando del il 25,3% del totale erogato. Il secondo settore d’intervento è quello dell’Assistenza sociale, con 127,4 milioni di euro e il 12,4% delle erogazioni (14,8% nel 2015), privilegiando il comparto Servizi sociali (93,5%); terzo settore d’intervento è quello che include Volontariato, filantropia e beneficenza (124,9 milioni di euro, 12,1% del totale). Al quarto posto c’è il settore Ricerca e Sviluppo, a cui sono arrivati 124,2 milioni di euro (12,1%), con particolare attenzione al campo medico. Quinto posto nelle erogazioni al settore Sviluppo locale, che ha ricevuto 101,4 milioni di euro (9,8%).

È la stessa Acri  far notare che il welfare, ovvero i settori di Assistenza sociale, Salute pubblica e Volontariato, ha beneficiato di erogazioni per 293 milioni di euro, cui andrebbero sommati 120 milioni di euro specificatamente indirizzati nel 2016 da 72 Fondazioni associate ad Acri al Fondo per il Contrasto della Povertà Educativa Minorile. La quota complessiva per il welfare tocca così i 413 milioni di euro: oltre il 40% del totale erogazioni.

Corrado Fontana, Valori

Share
Share