Eurozona, Bce taglia le stime su inflazione e rialza quelle su Pil

Share

Doppia revisione per le stime su inflazione e Pil dell’Eurozona nell’indagine trimestrale condotta dalla BCE sui Professional Forecasters (SPF). Per il 2017 la stima sull’inflazione HICP è stata rivista in calo di 0,1 punti all’1,5%. Stesso taglio per 2018 e 2019 rispettivamente a 1,4% e 1,6%. La previsione sul Pil di quest’anno dell’Eurozona invece è stata rialzata di 0,2 punti a +1,9%: stesso incremento per il 2018 a +1,8% mentre per il 2019 la stima cresce di 0,1 punti a +1,6%.
Sul fronte dell’inflazione comunque le stime di lungo termine restano stabili a +1,8%. Ferme anche le previsioni di crescita del Pil a lungo termine a +1,6%. Revisione al ribasso invece per il tasso di disoccupazione che quest’anno secondo il SPF dovrebbe scendere al 9,2% (-0,2 punti sulle stime formulate a fine aprile) per poi continuare su un percorso discendente nel 2018 (8,8%, con un taglio di 0,3 punti) e nel 2019 (8,4%, -0,3 punti). La previsione di lungo termine – riferita al 2022 – è stata abbassata di 0,3 punti all’8,1%.

AdnKronos

Share
Share