Chessidice in viale dell’Editoria

Share

Sole, accordo con i sindacati sul piano di riorganizzazione. Mercoledì è stato siglato l’accordo fra i vertici del gruppo 24 Ore e i sindacati di grafici e poligrafici sul piano di riorganizzazione in presenza di crisi. Alla base il piano piano industriale 2017–2020 che per assicurare la continuità aziendale e il raggiungimento della sostenibilità economico-finanziaria del gruppo prevede una riduzione del 30% dell’attuale costo del lavoro entro la fine del primo semestre 2019 con esubero complessivi di 236 dipendenti su un organico totale di 812 in tutte le sedi ed unità produttive. Per quanto riguarda grafici e poligrafici si tratta di 215 esuberi su 729. L’accordo prevede l’attivazione di un contratto di solidarietà con riduzione oraria del 22%, a partire dal 17 luglio fino al 30 giugno 2019; un piano di smaltimento ferie e permessi maturati e non goduti; l’adozione di misure di gestione tra cui incentivi all’esodo di personale in eccedenza, il ricorso a part time, iniziative di insourcing e di riduzione delle attività attualmente esternalizzate, compatibilmente con le professionalità esistenti, anche attraverso possibili riqualificazioni; il mancato rinnovo di contratti a termine in essere e la riduzione di collaborazioni esterne.
Vianello e Fasulo vicedirettori di Rai 1. Nuovo incarico per Andrea Vianello, ex direttore di Rai 3: sarà vicedirettore di Rai 1 e si occuperà in particolare del pomeriggio per ridare slancio ai programmi di infotainment. Assieme a lui il d.g. Mario Orfeo ha nominato vicedirettore anche Claudio Fasulo che avrà responsabilità su intrattenimento ed eventi.
Anzaldi (Pd): sui costi di Fazio la Rai faccia vera trasparenza. «È positivo che la dirigenza Rai abbia iniziato a fare chiarezza sul contratto a Fabio Fazio, diffondendo alcune cifre sulla stampa. Ora, però, anche per facilitare il lavoro della corte dei conti che ha aperto un’indagine su questo, ci sia vera trasparenza». È quanto scrive su Facebook il deputato del Partito democratico e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi. «Se la previsione di 615 mila euro di incassi pubblicitari a puntata è fondata è necessario che la Rai faccia una vera operazione trasparenza», ha proseguito Anzalzi, chiedendo se questa cifra sia lorda o netta e in ogni caso quali saranno le conseguenze se non sarà raggiunta. Così come Anzaldi chiede chiarimenti anche sui costi, quantificati in 450 mila euro a puntata. «È giusto che venga fatta chiarezza sulle cifre perché parliamo di soldi dei cittadini che pagano il canone. Resta poco comprensibile perché Fabio Fazio, un conduttore che dalla terza rete passa alla prima, abbia un tale trattamento di favore da essere il più pagato della Rai, con cifre che vengono definite fuori mercato sia dall’amministratore di Mediaset che dal presidente del gruppo La7. La sua professionalità non è in discussione, ma sulla base di quali valutazioni la Rai gli garantisce questo mega compenso, peraltro nel momento in cui si era impegnata a ridurre le prime serate del 30%?».
Antonio Sassano verso la presidenza della Fondazione Bordoni. Dovrebbe essere il docente universitario e consulente dell’Agcom Antonio Sassano il prossimo presidente della Fondazione Bordoni. Lo ha anticipato il presidente di Confindustria Radio-Tv Franco Siddi durante l’assemblea dell’associazione. Sassano è uno dei massimi esperti italiani in tema di frequenze.
Noi Messaggero Veneto, il primo caffè del direttore per aprire la redazione ai lettori. I lettori in redazione, ma non solo come ospiti. Al Messaggero Veneto, nell’ambito del progetto di membership NoiMV, è stato organizzato il primo «Caffè del direttore». Una decina di lettori si sono iscritti all’incontro con il direttore Omar Monestier e sono stati accolti nella sede di Udine. Il caffè, una chiacchierata sul funzionamento del giornale, il collegamento da Roma con il direttore editoriale dei quotidiani locali, Roberto Bernabò, e un giro in redazione per mostrare come si compongono le pagine, come si lavora al sito. Poi la riunione del pomeriggio insieme all’ufficio centrale. Il direttore Monestier ha coinvolto i lettori nel dibattito, nella scelta dei titoli e della gerarchia delle notizie. DiPiù con il caricatore portatile. Il settimanale di Cairo Editore diretto da Sandro Mayer sarà in edicola da oggi con il caricatore portatile universale per cellulare, una delle otto iniziative estive di DiPiù.

Italia Oggi

Share
Share