Chessidice in viale dell’editoria

Share

Rai, produttori tv: si punti su industria indipendente e quote. Bene l’aver «finalmente» introdotto, tra gli obblighi del concessionario, il principio che venga sostenuto «adeguatamente lo sviluppo dell’industria nazionale dell’audiovisivo mediante l’acquisizione o la co-produzione di prodotti di alta qualità, realizzati da o con imprese che abbiano stabile rappresentanza in Italia, anche al fine di una loro valorizzazione sui mercati esteri». Così si è espressa ieri l’Associazione produttori televisivi (Apt) in occasione delle audizioni in commissione di vigilanza Rai sulla nuova concessione del servizio pubblico radiofonico, televisivo e multimediale. I produttori tv chiedono però che venga inserita la parola «indipendenti» dopo «industria nazionale» perché, ha affermato il presidente dell’Apt Marco Follini, «deve essere compito dell’azienda pubblica promuovere da un lato le imprese nella loro articolazione pluralistica, dall’altro il consolidamento delle imprese indipendenti, ma non l’integrazione verticale con le emittenti che, in un mercato ancora nascente come quello italiano, rischia anche di limitare fortemente la varietà dei programmi disponibili per il pubblico». I produttori tv avrebbero anche «apprezzato» che fosse inserito nel testo un riferimento più preciso alle «quote» di investimento dedicate alla produzione indipendente» come avviene con il sistema televisivo pubblico inglese o in Francia. Il «punto debole del sistema sta nel fatto che si prevedono quote ben precise che la Rai ha quasi sempre rispettato, quote che però sono largamente disattese da tutte le emittenti private».

Sole 24 Ore, Boccia non conferma un interesse degli stranieri. Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, non ha confermato le indiscrezioni di stampa su un interesse da parte di Vivendi e di non meglio precisati investitori cinesi all’aumento di capitale del Sole 24 Ore. «Siamo in una fase iniziale, sono tutte notizie che emergono solo dalla stampa», ha commentato Boccia. «Non sappiamo ancora nemmeno quanto è il fabbisogno di aumento di capitale, pensate se possiamo immaginare quale è l’articolazione. Il piano industriale, ha proseguito Boccia, è stato presentato lunedì, adesso andiamo avanti; domani (oggi per chi legge, ndr) sarà presentato dal presidente Fossa al consiglio generale di Confindustria, seguiremo i tempi nel rispetto del ruolo di azionisti del Sole 24 Ore e del board e nei prossimi giorni prenderemo le decisioni».

Grazia lancia Grazia Beauty. Il magazine del Gruppo Mondadori diretto da Silvia Grilli, allarga il suo sistema editoriale portando in edicola da oggi Grazia Beauty, lo speciale che interpreta le tendenze dedicate alla bellezza e che verrà veicolato con Grazia al prezzo di 1,50 euro.

Via alla prima edizione della Dove Academy. Dove, il brand di viaggi e lifestyle di Rcs MediaGroup, dà il via alla prima edizione di Dove Academy, un progetto che trasforma il racconto di viaggio narrato nelle pagine del mensile e nel sito doveviaggi.it in un’esperienza dal vivo. In collaborazione con Visit Elba, l’organizzazione ufficiale per la promozione turistica dell’isola, la testata vivrà con i suoi lettori una tre giorni all’insegna del benessere, tra sport, natura e incontri. L’iniziativa sarà seguita sul sito e sui social della testata e si concluderà a giugno con un reportage realizzato in collaborazione con i lettori e con i partecipanti della Dove Academy, che si terrà dall’11 al 14 maggio all’isola d’Elba.

ItaliaOggi

Share
Share