Prezzi delle case: dove costa di più comprare un immobile

Share

La classifica relativa a dicembre 2016 tra le grandi città vede in testa Firenze, seguita da Roma e Milano

Il mercato immobiliare italiano, dopo anni di profonda crisi, sembra finalmente rialzare la testa. A confermarlo ci sono i dati forniti dall’Osservatorio dell’Ufficio studi di Immobiliare.it, che testimoniano di un secondo semestre 2016 durante il quale il prezzo medio degli immobili è praticamente rimasto invariato, calando solo dell’1,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Siamo dunque finalmente vicini a una sorta di stabilizzazione del mercato, che apre nuove prospettive riguardo a crescite future. Anche su scala annuale, ci sono segnali incoraggianti, e se il 2015 si era chiuso con un -5,1% di calo, il 2016 si dimostra migliore, con prezzi in diminuzione solo del 2,4%. Nel mese di dicembre 2016 in particolare poi il costo medio degli immobili residenziali in Italia è stato pari a 1.940 euro al metro quadro. La zona più cara si conferma quella del Centro, con valori che arrivano a 2.341 euro al metro quadro; il Nord cala a 1.952 euro, mentre il Sud rimane l’aerea con costi meno elevati pari mediamente a 1.629 euro al metro quadrato. Ma vediamo nel dettaglio la classifica delle grandi città più care.

Firenze
Al primo posto troviamo Firenze, che nel dicembre 2016 ha fatto segnare prezzi medi degli immobili residenziali pari a 3.428 euro. Un valore che risulta in calo dello 0,2%, considerando il 2015 sul 2016. Interessante invece notare che se si restringe il periodo di riferimento agli ultimi sei mesi la media sale dello 0,3% e tocca quota +0,4% nell’ultimo trimestre.

Roma
Al secondo posto si colloca Roma, che fa segnare a dicembre una media di 3.327 euro, come costo a metro quadro di superfici abitabili. Un valore in discesa del 2,5% su scala annuale, e che invece si fissa a quota -1,6% e -0,6% considerando rispettivamente gli ultimi sei e gli ultimi tre mesi.

Milano
Sul podio, e non poteva essere altrimenti, sale in terza posizione anche Milano, con un costo medio a metro quadro di immobili residenziali pari a 3.216 euro. Un valore in calo dell’1,4% su scala annuale, dell’1,2% su scala semestrale e dell’1,6% riferita all’ultimo trimestre.

Venezia
La quarta posizione è occupata da Venezia, che registra un costo medio degli immobili a metro quadrato pari a 2.821 euro. Un valore inferiore del 2,1% rispetto a quello registrato nel 2015, e che invece fa segnare un -0,5% su scala semestrale e un -0,4% su scala trimestrale.

Napoli
Quinto gradino invece assegnato a Napoli con i suoi 2.703 euro di costo medio per un metro quadrato di immobile residenziale. Un valore inferiore del 3% rispetto al 2015 e che invece risulta più basso dell’1,2% e del 2,1% con riguardo rispettivamente all’ultimo semestre e all’ultimo trimestre.

Bologna
Da segnalare poi il sesto posto di Bologna, soprattutto per quel che concerne le variazioni positive rispetto ai periodi precedenti. Con i suoi 2.560 euro di prezzo medio per metro quadrato abitabile infatti, il capoluogo emiliano, fa segnare un valore stabile rispetto al 2015, e addirittura in aumento dello 0,9% rispetto all’ultimo semestre e dell’1% rispetto invece all’ultimo trimestre.

Giuseppe Cordasco, Panorama

Share
Share