Borse europee deboli nel giorno di Trump, Milano in leggero calo

Share

Dopo una partenza in rialzo, Piazza Affari cede lo 0,12%. Affonda Cucinelli (-3,5%) Negative anche le altre piazza europee. Tokio chiude in salita dello 0,34% dopo i dati sul Pil cinese

Avvio di seduta debole per le Borse europee nel giorno in cui Donald Trump si insedia come nuovo presidente degli Stati Uniti. A Parigi l’indice Cac 40 cede lo 0,14% a 4.834 punti, a Francoforte il Dax arretra dello 0,24% a 11.568 mentre Londra è sostanzialmente invariata a 7.208 punti. Dopo una partenza in moderato rialzo Piazza Affari vira subito in leggero calo : l’indice Ftse Mib cede lo 0,12% a 19.467,16 punti. Gli investitori si muovono cauti in attesa delle prime indicazioni sul piano economico della nuova amministrazione Trump, in particolare le misure protezionistiche e gli interventi di sostegno alla congiuntura. Questa mattina i listini asiatici sono stati poco mossi con la Borsa di Tokyo che ha chiuso con un +0,34%, dopo i positivi dati dalla Cina, in particolare sul Pil che nel quarto trimestre ha accelerato a un +6,8%, battendo le attese del mercato, mentre pr l’intero 2016 l’economia è cresciuta del 6,7%.
A Piazza Affari Brunello Cucinelli è uno dei titoli peggiori del listino dopo il collocamento del 3% del capitale. Il titolo lascia sul terreno il 3,56% a 21,41 euro dopo un minimo a 20,52. Giovedì è stato collocato da Mediobanca con un accelerated bookbuilding presso investitori istituzionali il 3% del capitale della società (2,06 milioni di azioni) a 21,09 euro con un 5% di sconto rispetto all’ultimo prezzo di chiusura. «Crediamo – scrivono gli analisti di Equita – che le azioni siano state cedute dalla holding facente capo al gruppo Ermenegildo Zegna, azionista sin dall’Ipo (quindi con valore di carico di 7,75 euro per azione)».

Il Corriere della Sera

Share
Share