Una storia a lieto fine. Spara alla testa del suo cane e poi lo abbandona. Ma lui sopravvive e ora torna a vivere

Share

Carlos è stato trovato in fin di vita, ferito alla testa da un proiettile. «Ha sparato in testa al cane e poi lo ha abbandonato sanguinante in campagna. Per fortuna l’abbiamo trovato prima che morisse». A raccontarlo sono gli operatori della Clinica veterinaria di Crema, che l’altro ieri hanno trovato cucciolo meticcio trovato a un passo dalla morte nelle campagne di Cumignano sul Naviglio.

A dare l’allarme alcuni residenti che avevano notano quel cane, agonizzante che si trascinava sanguinante. Un animale con un gran bisogno di aiuto, ma troppo terrorizzato per farsi avvicinare. L’accalappiacani giunto sul posto si è reso conto della tremenda condizione in cui versava: la pallottola ha perforato il bulbo, fratturando anche un osso.

Carlos viene sottoposto a lungo intervento chirurgico. Ora sta meglio, la sua forza di volontà e la voglia di vivere sono superiori alla crudeltà a cui è stato sottoposto: riesce a camminare e, nonostante tutto, ha mantenuto un carattere affettuoso. Una famiglia si sarebbe già fatta avanti per adottarlo.

I carabinieri di Soncino stanno svolgendo indagini per individuare lo sparatore.

la Stampa