Prada chiude nell’hotel Peninsula di Hong Kong

Share

Prada si prepara a chiudere il proprio store all’interno dell’hotel Peninsula di Hong Kong alla fine dell’anno. A riportare la notizia è Wwd, citando la conferma di un portavoce dell’hotel. Dal canto suo, Prada Hong Kong avrebbe preferito non commentare. La maison guidata da Partizio Bertelli e Miuccia Prada conta dieci punti vendita nella regione. La chiusura della boutique all’interno dell’albergo di lusso risponderebbe alla volontà dell’azienda, annunciata lo scorso agosto, di snellire il retail network dai punti vendita meno performanti, a vantaggio di aperture in mercati più strategici.
A fine 2016, le vendite retail a Hong Kong, si legge sempre sulla testata americana, dovrebbero registrare una flessione del 7 per cento. La chiusura dello store di Prada va ad aggiungersi alle dismissioni annunciate da Ralph Lauren, Abercrombie & Fitch e Forever 21.
Prada ha archiviato il primo semestre d’esercizio con utili in calo del 24,7% a 141,9 milioni di euro e ricavi in diminuzione da 1,82 a 1,55 miliardi (-15%). A livello dei singoli canali di vendita, i ricavi retail hanno registrato una flessione del 16% a cambi costanti a 1,27 miliardi di euro (Europa a -18%, Americhe a -15%, Asia Pacific a -18%, Giappone a -9% e Middle East in linea con l’esercizio precedente), mentre il wholesale, con ricavi per 253 milioni, è sostanzialmente in linea con il 2015.

Share
Share