Poligrafici editoriale diversifica nell’arte

Share

Nasce la newco con-fine Art e debutta con una mostra su Dalì

Poligrafici editoriale Andrea Riffeser MontiResto del Carlino, Giorno e Nazione diversificano nel mondo degli eventi e in particolare delle mostre d’arte, in entrambi i casi con un’accentuata connotazione multimediale. Poligrafici editoriale, che stampa i tre quotidiani locali con il dorso sinergico Qn-Quotidiano nazionale, ha creato infatti la newco con-fine Art insieme a Loop, gruppo specializzato in creazioni multimediali, e a con-fine, casa editrice di libri e cataloghi legati all’arte e alla cultura.
Primo appuntamento con la newco è, dal 25 novembre al 7 maggio, l’esposizione Dalì experience, a Palazzo Belloni a Bologna (informazioni su www.daliexperience.it). In mostra ci saranno 22 sculture, 10 opere in vetro della fine degli Anni 60 realizzate con la cristalleria Daum di Nancy, 12 «gold objects», oltre 100 grafiche e 4 sculture monumentali. Oltre al patrocinio del comune di Bologna, c’è anche una serie di partner tra cui Ferrero, Bper (Banca popolare dell’Emilia-Romagna), Jeep, Alfa Romeo, Visionnaire e Centergros. Ogni partner ha a disposizione in parallelo sinergie, con le testate dell’editore Andrea Riffeser Monti, che a proposito della raccolta pubblicitaria del suo gruppo (oggi affidata a livello nazionale a Rcs-Corriere della Sera) ha detto ieri di «star valutando il futuro della raccolta».
Tra le particolarità dell’iniziativa che, secondo i suoi organizzatori, non vuole essere un’esposizione tradizionale, ci sono installazioni interattive come animazioni 3d, realtà aumentata e proiezioni immersive. Da utilizzare anche fuori dal percorso della mostra, come nel caso dell’app per osservare la città con lo sguardo del pittore catalano (1904-1989) e scoprirne gli strani manufatti nascosti tra palazzi e vie.
Dalì experience è, comunque, solo la prima iniziativa di un programma incentrato sul capoluogo dell’Emilia-Romagna e in particolare sullo storico Palazzo Belloni, di proprietà della famiglia Riffeser Monti, che non solo ospiterà l’esposizione ma apre anche le sue sale per la prima volta al pubblico. Pubblico di una città, peraltro, che sta puntando molto sul turismo artistico dopo le mostre su David Bowie, Escher, La ragazza con l’orecchino di perla e Bruegel. «I nostri lettori rappresentano il bacino ideale di visitatori», ha concluso Sara Riffeser Monti, vicepresidente della concessionaria del gruppo SpeeD. «Il Resto del Carlino avrà la “responsabilità” maggiore e inviterà, di volta in volta, i propri lettori a scoprire tutti gli eventi, gratuiti e distribuiti su tutta la città, parte integrante di Dalì Experience».

Marco A. Capisani, ItaliaOggi

Share
Share