Sole 24 Ore verso nuovo cda e ricapitalizzazione

Share

Fossa e Gubitosi nella lista del numero uno di Confindustria Boccia

vincenzo bocciaVincenzo Boccia ha presentato ieri al consiglio generale di Confindustria i nominativi per reintegrare il cda in vista dell’assemblea del Sole 24 Ore del prossimo 14 novembre. Di rimando, il consiglio generale dell’associazione degli industriali italiani (presieduta da Boccia) ha appoggiato la necessità di «risanare e rilanciare il gruppo 24 ore» valutando sia «l’incisività del piano industriale» sia, di conseguenza, le «misure finanziarie che si renderanno necessarie».
Confindustria, azionista di riferimento del gruppo che pubblica il quotidiano Sole 24 Ore, secondo Emma Marcegaglia, presidente Eni ed ex presidente della stessa Confindustria, ha deciso di incaricare un adviser per selezionare le varie opzioni utili alla ristrutturazione finanziaria del gruppo editoriale, che ha registrato perdite per 50 milioni nel primo semestre di quest’anno. Il consiglio generale ha dato quindi «un ampio mandato al presidente Boccia dichiarandosi disponibile a realizzare, anche con un aumento di capitale, tutte le attività che si renderanno utili a mettere in sicurezza i conti della società editrice mantenendone il pieno controllo».
Sempre secondo Marcegaglia, il consiglio generale ha condiviso la lista di consiglieri proposta dal numero uno Boccia che, però, dovrà essere approvata dall’assemblea in programma il mese prossimo. Secondo indiscrezioni di stampa, nella lista compare il nome di Giorgio Fossa, industriale lombardo del settore meccanico, già presidente di Confindustria e già presidente del consiglio di amministrazione del Sole 24 Ore, in pole per la presidenza dell’editrice. Confermato Roberto Napoletano per la direzione del giornale e Gabriele Del Torchio come a.d. Inoltre per il nuovo cda sono stati fatti i nomi di Luigi Gubitosi, che tra i vari incarichi ricoperti in passato è stato a.d. di Wind e d.g. della Rai, di Pina Amarelli dell’omonima azienda e di Livia Salvini, docente di diritto tributario alla Luiss. A proposito di Del Torchio, che di recente ha avuto problemi di salute, Marcegaglia ha sottolineato che «bisogna capire se l’attuale a.d. rimarrà e quale sarà la scelta», perché «se resta ha la fiducia del consiglio ma se decide di non rimanere bisogna nominare un altro molto velocemente».
Soddisfatto all’uscita del consiglio generale Boccia che ha dichiarato: «c’è grande compattezza». Marcegaglia, però, ha chiosato aggiungendo che «il problema è andare avanti con un piano industriale molto forte e duro se necessario». Ieri il titolo del gruppo 24 Ore ha chiuso in Borsa a -2,36% a 0,3765 euro.

Italia Oggi

Share
Share