Il Wired Next Fest sbarca a Firenze. Per gli eventi 2016 oltre 1,9 mln di fatturato

Share

stefania-vismara WIREDCondé Nast raddoppia il Wired Next Fest, l’evento bandiera del sito/magazine che finora si è svolto a Milano per quattro edizioni. Sabato 17 e domenica 18 settembre si inaugura l’edizione fiorentina, non una replica di quella milanese, spiega la casa editrice, ma un evento a sé, ridisegnato e con un tema che si sposa con il capoluogo toscano e i suoi monumenti: la bellezza.
Con le due edizioni 2016 il Wired Next Fest ha raggiunto un fatturato di oltre 1,9 milioni di euro, un dato che include sia il contributo degli sponsor che le operazioni di comunicazione collegate sul sito e sul magazine (ormai chiamato bookazine, perché a metà fra un libro e una rivista, con quattro numeri all’anno).
Gli eventi garantiscono il 50% degli introiti di Wired, mentre l’altra metà deriva dal sito. Fra i maschili di Condé Nast Wired è quello su cui si è più sviluppato il business degli eventi.
«Non si possono paragonare le edizioni del Wired Next Fest di quest’anno con quelle precedenti», racconta Stefania Vismara, direttore della divisione maschili e lifestyle di Condé Nast. «Per noi il 2016 è servito per implementare ancora il format e per le due città abbiamo scelto temi complementari, il tempo per Milano e la bellezza per Firenze, sempre all’insegna dell’innovazione. In totale, fra le due edizioni, abbiamo 32 sponsor, 24 a Milano e 16 a Firenze (nel totale sono escluse le duplicazioni, ndr). Le dimensioni sono diverse, ma la qualità degli sponsor anche su Firenze è straordinaria».
Gli oltre 100 gli ospiti dell’evento, tra cui il premier Matteo Renzi sabato mattina, che si alterneranno tra il palco del Salone dei Cinquecento e la Sala D’Arme di Palazzo Vecchio. Altra location protagonista dell’evento sarà il Palagio di Parte Guelfa, che diventerà il centro nevralgico di workshop e laboratori. Piazza della Santissima Annunziata sarà invece il palcoscenico all’aperto del grande concerto serale. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti, ma è necessaria la registrazione (tranne che per i concerti) su nextfest.wired.it.
«Oltre al palinsesto editoriale del Next Fest», continua Vismara, «gli sponsor trovano un luogo dove esporre propri contenuti. Partner come content provider: Audi lancerà a Firenze in anteprima nazionale due nuove vetture tra cui una ibrida. Bnl sviluppa un palinsesto parallelo rispetto a quello editoriale del festival sui temi della finanza innovativa, Enel presenta la smart home, Huawei ha lanciato un hackathon per under 30 a cui è richiesto di sviluppare applicazioni attorno al concetto di performance, e così via per tutti gli sponsor».
Sempre al tema della bellezza Wired, diretto da Federico Ferrazza, ha dedicato anche il nuovo numero del volume cartaceo, in edicola da oggi e che ospita articoli di firme come Christo, Julian Assange, Lawrence Lessig, Kevin Kelly, Alejandro Jodorowsky, Milo Manara, Pierfrancesco Favino e Massoud Hassani.

ItaliaOggi

Share
Share