Auto, tendenza positiva: sono 27 i mesi di fila col segno più

Fiat Panda
Share

Ad agosto balzo delle vendite del 20,1%: Fca fa meglio del mercato con +24,1. La Panda si conferma anche ad agosto l’auto più venduta d’Italia

Fiat PandaIl mercato italiano dell’auto ha registrato ad agosto un balzo del 20,1% annuo delle immatricolazioni a 71.576 vetture. È quanto emerge dai dati del Ministero dei Trasporti. I marchi di (FCA escludendo Ferrari e Maserati) totalizzano nel complesso 20.697 unità nel mese (+24,1%), con una quota di mercato del 28,9% contro il 28% di un anno fa. Nel periodo gennaio-agosto 2016 la Motorizzazione ha immatricolato 1.251.806 autovetture, con una variazione di +17,38% rispetto al periodo gennaio-agosto 2015. Per quel che riguarda le auto usate, i trasferimenti ad agosto sono stati 271.586 con una variazione del +16,39% rispetto ad agosto 2015 (-5,88% a luglio 2016). Nel periodo gennaio-agosto 2016 sono stati registrati 3.110.542 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di +6,37% rispetto a gennaio-agosto 2015.
IL QUADRO – Quanto alle immatricolazioni per segmenti, secondo le elaborazioni preliminari, nel mese di agosto le vendite di SUV toccano il 29% del mercato, con un incremento del 49%, le vetture small (segmenti A/B) si fermano al 41,6%, le lower-medium (segmenti C/D) salgono al 18,5%, i monovolumi raggiungono il 7,3%. Nel cumulato da inizio 2016, i SUV rappresentano il 26% del mercato, le vetture small il 44%, le vetture lower-medium il 17,9% e i monovolumi il 9%. Analizzando le immatricolazioni per alimentazione, la ripartizione del mercato nel mese risulta essere la seguente: 31% di quota per le auto a benzina, con un incremento tendenziale del 22,8%; 58,7% per le auto diesel, con un incremento del 26% e 10,4% per le auto ad alimentazione alternativa, con un calo del 9,4%. Nei primi 8 mesi del 2016, il mercato della vetture a benzina rappresenta il 33,4% del totale immatricolato, quello delle vetture diesel il 56,5% e quello delle vetture ad alimentazione alternativa scende a quota 10%.
CONTRAZIONE GAS — Nello stesso periodo, le vetture a gas subiscono una contrazione del 22,9% e le elettriche del 26,8%. Aumentano, invece, i volumi delle auto ibride, che superano le 24.000 unità, con un aumento del 50,6%. Regine di vendita – Sono otto le vetture italiane nella top ten delle vendite di agosto. Si mantiene in testa alla classifica Fiat Panda (4.641 unità) – che si conferma l’auto più venduta in Italia anche nei primi otto mesi del 2016 – seguita, nuovamente al secondo posto, da Lancia Ypsilon (2.469) e, al terzo da Fiat Tipo (2.169), che conquista quattro posizioni rispetto al mese precedente. Stabile al quinto posto troviamo Fiat 500L (1.819) seguita, al sesto, da Fiat Punto (1.778). In settima posizione si colloca Fiat 500X (1.704), in risalita di una posizione rispetto alla top ten di luglio, mentre in ottava troviamo Fiat 500 (1.678). Al nono posto, infine, compare Jeep Renegade (1.638). La top ten diesel del mese è guidata da Fiat 500X (1.542 unità), in risalita di due posizioni rispetto al mese precedente, che mantiene anche la prima posizione nella top ten diesel del cumulato 2016, mentre al secondo posto troviamo Jeep Renegade (1.539), che conquista ben tre posizioni. Segue, al terzo posto, Fiat 500L (1.492), un gradino più in alto rispetto alla classifica di luglio e, al quarto, Fiat Panda (1.129). Al sesto posto, infine, si colloca Fiat Tipo (991).
CRESCITA DOPATA — Federauto però mette l’accento sul dato eccessivamente positivo di agosto: “Dopo il rallentamento della crescita di luglio, le immatricolazioni registrano un vero boom ad agosto, che però è un mese numericamente poco significativo. Determinante il contributo delle immatricolazioni dell’ultimo giorno”, dice il presidente di Federauto, Filippo Pavan Bernacchi. “Ha preso quindi corpo – aggiunge – la forzatura ipotizzata nella nostra anticipazione, quando avevamo sostenuto che a fronte di una crescita reale del 2%, il mese di agosto avrebbe potuto chiudere con un incremento a doppia cifra. Oramai bisogna rendersi conto che contare le targhe è diverso dal contare i clienti”.

Marco Gentili, La Gazzetta dello Sport

Share
Share