Chessidice in viale dell’Editoria

Share

GiornaliRcs, atteso entro oggi il rilancio di Cairo. Oggi cda sul rialzo di Bonomi. Rcs ha chiuso ieri la giornata in Borsa a -0,92% a 0,8045 euro. Cairo Communication a +4,6% a 4,5 euro. Il titolo del gruppo del Corriere della Sera resta quindi intorno al valore ritoccato della cordata targata Andrea Bonomi, di cui fanno parte Mediobanca, Diego Della Valle, Pirelli e Unipol. Il titolo del gruppo guidato da Urbano Cairo, invece, valorizza implicitamente l’azione Rizzoli 0,73 euro e rimane lontano dal valore più basso della forchetta indicata dai consulenti esterni di Rcs (0,81 euro a cui si avvicina invece Bonomi). Ma Cairo, con la seduta di ieri, ha nuovamente visto il suo titolo chiudere al rialzo. Alla sua ops sono state conferite ieri 19.987 azioni per un totale di 128.999 azioni (pari allo 0,02472%). All’opa di Bonomi, invece, sono state apportate 16.403 azioni per un totale di 81.853 (pari allo 0,020264%). Entro la mezzanotte di oggi, però, Cairo ha ancora la possibilità di rilanciare. Se lo facesse, a Bonomi andrebbero altri 5 giorni, fino alla mezzanotte di venerdì 8 luglio, per ritoccare o meno la sua proposta. Entrambe le offerte si concludono il 15 luglio. Se Cairo non dovesse rilanciare, allora le due offerte verrebbero cristallizzate così come sono oggi e significherà che Cairo vuole puntare tutto sulla natura industriale del suo piano di sviluppo per Rcs e sulla fusione con Cairo Communication. Ieri intanto, secondo indiscrezioni di stampa, Bonomi&co non sono interessati a partecipare all’eventuale fusione e voterebbero contro in assemblea, avendo buone possibilità di bloccare il progetto grazie a una quota del capitale pari al 22,6%. Sempre oggi, infine, è in calendario un cda Rcs per esprimere un giudizio di congruità sul ritocco di Bonomi a 0,8 euro.

Fusione Repubblica-Stampa, accordi definitivi entro fine luglio. Il gruppo L’Espresso e Itedi stanno concludendo le trattative per arrivare alla firma degli accordi definitivi previsti dal memorandum d’intesa sull’integrazione tra i due gruppi così come annunciato il 2 marzo. La previsione è di perfezionarli entro il 30 luglio.

Mondadori, Ainio entrerà in cda. Il fondatore e presidente di Banzai entrerà infatti a far parte del cda del gruppo editoriale, per portare le sue competenze in ambito tecnologico-digitale. Banzai, di recente, ha ceduto la divisione media a Mondadori per 45 milioni di euro.

Pubblicità su radio, investimenti a maggio su dell’1,2%. Secondo l’Osservatorio Fcp-Assoradio, il fatturato pubblicitario delle inserzioni nazionali a maggio è aumentato dell’1,2%. Dato che, in valore assoluto, è pari a 31,81 milioni di euro. «Nel 2015 il fatturato di maggio è stato il terzo per volume», ha dichiarato il presidente Fcp-Assoradio Fausto Amorese. «La crescita dell’1,2% del maggio 2016 va quindi considerata positivamente. Negli ultimi 18 mesi il fatturato del mezzo è risultato in incremento per 17 volte. Il dato di fatturato progressivo resta pertanto ampiamente positivo: +2%».

Italiaonline cede il servizio 1254 al gruppo Covisian. La società nata della fusione per incorporazione della internet company in Seat P.G. spa ha ceduto il ramo d’azienda relativo al servizio 1254 a Contacta, che fa parte del gruppo di contact center e business process outsourcing.

Wind, contenuti digitali su Windows Store da acquistare col credito telefonico tramite Windows 10. Wind offre ai propri clienti la possibilità di acquistare app, film, serie tv, giochi e musica all’interno di Windows Store, attraverso qualunque dispositivo dotato di sistema operativo Windows 10 e pagando direttamente con il credito telefonico. Il servizio, disponibile per i clienti Wind sia ricaricabili sia in abbonamento, permetterà di acquistare contenuti digitali senza necessità di utilizzare la carta di credito. Per ogni acquisto, i clienti riceveranno una mail di conferma. Dopo la prima operazione, la modalità di pagamento verrà impostata automaticamente.

Eco di Bergamo, Ceresoli alla direzione. Alberto Ceresoli, vicedirettore del quotidiano edito da Sesaab dal 2014, sostituisce Giorgio Gandola, al timone del giornale da cinque anni.

Italo lancia Il Paese della Sera. È la nuova rivista quindicinale sul mondo del volontariato e del sociale, distribuita gratuitamente dal lunedì al venerdì sui treni Italo in partenza la mattina da Napoli e da Milano.

Bruin Sports Capital compra Deltatre. Il gruppo internazionale specializzato in media, sport, marketing e branded lifestyle ha acquisito la maggioranza di una delle principali aziende a livello globale negli sport media services, che ha come clienti Uefa, Fifa, English Premiere League, Atp, Bbc, Bt Sport e Fox. Bruin Sports Capital conta più di mille dipendenti suddivisi in 24 uffici, in 9 paesi diversi, che coprono tre piattaforme: marketing services, sports media & technology ed experiences & hospitality.

ItaliaOggi

 

Share
Share