Mondadori ha i siti di Banzai

Share

Transazione da 24,6 mln più bonus e spot su Mediaset

Marina BerlusconiBanzai Media Holding è ufficialmente di Mondadori. Ieri è stato infatti annunciato il closing dell’operazione che ha valutato i siti verticali del gruppo Banzai 41 milioni di euro più altri 4 milioni che arriveranno se nel prossimo triennio saranno raggiunti determinati risultati. Nell’accordo rientrano però alcuni bonus per Banzai, in particolare spazi pubblicitari su Mediaset per il proprio sito e-Price sempre nei prossimi tre anni, per un valore di 7 milioni di euro. Considerato l’indebitamento di 16,4 milioni di euro, però, dei 45 milioni la casa editrice guidata dall’a.d. Ernesto Mauri verserà a Banzai 24,6 milioni subito più l’eventuale earn out successivamente. Già dal prossimo mese, perciò, le attività che raggruppano siti come Pianetadonna, Giallozafferano, Studenti.it e Mypersonaltrainer saranno consolidate in Mondadori e porteranno verso il gruppo di Segrate i propri 17,1 milioni di utenti unici mensili (8,9 milioni quelli dei siti della casa editrice). Marina Berlusconi, presidente di Mondadori, ha parlato di un «investimento molto significativo nell’innovazione» che arriva a soli due mesi da quello «di grande valore strategico», ovvero Rcs Libri. «Grazie all’acquisizione di Banzai Media, diventiamo leader digitali indiscussi tra gli editori italiani, con volumi di traffico prossimi a quelli dei cosiddetti over the top, da Google a Facebook. Ma soprattutto, la Mondadori può da oggi contare sul più forte team digitale presente nel settore editoriale. Dovremo impegnarci a fondo per far sì che questa acquisizione, così come quella dei libri Rizzoli, possa dispiegare interamente e nel modo migliore i suoi effetti positivi. Ma credo saranno di notevole stimolo la soddisfazione e l’orgoglio di sapere che la Mondadori non è più costretta a giocare in difesa e che i grandissimi sforzi fatti in questi anni da tutta l’azienda ci consentono di programmare un futuro di crescita e di sviluppo». Banzai Media ha registrato nel 2015 ricavi per 24 milioni di euro e un margine operativo lordo ante poste non ricorrenti di 4 milioni. Nel primo trimestre di quest’anno i ricavi sono in crescita del 20% (6 milioni di euro) anche per effetto del consolidamento della piattaforma di mobile advertising AkKaora. Nel suo nuovo gruppo Banzai Media avrà come presidente Mauri, mentre resta amministratore delegato Andrea Santagata, che però avrà un ruolo nell’intero gruppo: sarà vicedirettore generale dell‘Area Periodici Italia di Mondadori, a diretto riporto del direttore generale Carlo Mandelli. Santagata avrà il compito di sviluppare il business digitale e di «capitalizzare al meglio le sinergie tra le strutture print e digital dell’area, al fine di incrementare la capacità competitiva del Gruppo Mondadori». Dal canto suo, il gruppo guidato dal fondatore Paolo Ainio e dall’a.d. Pietro Scott Jovane, a cui pure resterà l’area news di Banzai (Il Post e Giornalettismo) si concentrerà sull’e-commerce: per quest’area, in particolare per ePrice, saranno utilizzate le inserzioni pubblicitarie sulle reti Mediaset, mentre Mondadori ha dato la disponibilità ad aprire punti di ritiro degli ordini (Pick&Pay) in alcuni dei suoi store. Con la plusvalenza da 17,5 milioni dalla vendita della parte media, inoltre, Banzai prevede di chiudere il 2016 in utile.

 di Andrea Secchi, ItaliaOggi

Share
Share