Da Ascotrade a Veritas, le venete che rimborsano il canone Rai in bolletta

Share

La campagna delle utilities dell’energia. L’Adiconsum: attenti, è solo marketing

Canone-Rai-Manca un mese alla prima bolletta della luce comprensiva del canone Rai, abbassato da 113,50 a 100 euro, e le utilities dell’energia hanno pensato di sfruttare l’occasione per accaparrarsi il 73% di italiani che, secondo un sondaggio SWG, è interessato a un operatore pronto a rimborsare l’odiata tassa. Falliti tutti i tentativi di farla abolire, si attende entro la fine della settimana il relativo decreto sulla Gazzetta Ufficiale e intanto sono iniziate campagne di sconti e agevolazioni. Tra le prime a lanciare la nuova campagna c’è la trevigiana Ascopiave, con le società di vendita del gruppo, cioè la capofila Ascotrade e poi Pasubio, Etra Energia Cittadella, Veritas Venezia, AsmSet Rovigo, Blue Meta Bergamo e Amgas Blu Foggia, operanti in Veneto, Friuli, Emilia, Piemonte, Liguria, parte della Lombardia e a Foggia. Tutte, a partire dal 6 giugno, attiveranno la promozione «Canone zero luce+gas» riservata ai nuovi clienti, ai quali verrà rimborsato nella prima bolletta utile tutto l’importo del canone Rai.
C’è tempo fino al 31 luglio per aderire all’iniziativa, chiamando l’800/818208 o cliccando su www.ascotrade.it. «Siamo partiti dal presupposto che questa è la tassa più detestata dagli italiani — spiega Stefano Busolin, presidente di Ascotrade — e abbiamo deciso di rimborsarla in un’unica soluzione, anche ai cittadini che sono già nostri clienti. A loro il rimborso sarà garantito con la bolletta successiva a quella contenente il canone, mentre i nuovi utenti lo riceveranno con la p rima bolletta utile. Di solito quando si cambia operatore ci vogliono tre mesi per andare a regime. Noi siamo partiti per primi con l’annuncio della promozione, due settimane fa, e da lunedì ufficializzeremo l’iniziativa con spot su radio, tv, giornali». I competitor però non mancano. Edison rimborserà il canone Rai a chi sottoscriverà il contratto entro l’autunno 2016. Il piano di rientro si articola in dieci rate da 10 euro ciascuna. Poi c’è l’Enel, che restituirà 50 euro ai clienti che approfitteranno delle promozioni «Speciale luce» e «Speciale gas».
Se uno aderirà a entrambe, riceverà tutti i 100 euro dell’imposta. La stessa somma sarà «scontata» da Eni a coloro che sceglieranno il programma «Sotto controllo» e sono al tempo stesso clienti extra di Sky da più di un anno. Una manna? L’Adiconsum invita alla cautela. «Chiunque può rivolgersi a noi per chiedere spiegazioni in merito a tutta la vicenda del canone — dice Walter Rigobon, segretario regionale —.Bisogna fare attenzione, non è ancora ben chiaro tutto l’iter, perchè mancano i decreti attuativi. Il nostro timore è che queste campagne di sconti e rimborsi siano una sorta di specchietto per le allodole studiato dagli operatori dell’energia solo per attrarre nuovi clienti. Se davvero vogliono agevolare i cittadini, abbassino le bollette, soprattutto nell’ambito del mercato libero. Quello sì aiuterebbe, invece di un’iniziativa una tantum e chiaramente promozionale ».

il Corriere della Sera

Share
Share