Agenzie di pr, le indicazioni di Upa e Assorel per le gare

Share

assorelArrivano le linee guida per le gare delle aziende private che portano alla scelta di un’agenzia di relazioni pubbliche. Si tratta di un lavoro fatto da Upa, Utenti pubblicità associati (gli investitori pubblicitari), e Assorel, l’associazione agenzie di relazioni pubbliche. Secondo le due associazioni, la consultazione sarebbe la forma più proficua per avviare la selezione, ma se per ragioni aziendali occorre effettuare una gara è buona norma disporre di indicazioni per un suo corretto svolgimento, ovvero stabilire principi condivisi fra clienti e agenzie. Secondo il documento, innanzitutto, il numero di partecipanti ideale alla gara è di tre agenzie più quella uscente. Le agenzie invitate a partecipare devono avere un brief uguale per tutti e il più esaustivo possibile. I metodi e i criteri di valutazione dei progetti presentati andrebbero poi anticipati dal cliente, così come la segnalazione del team dell’agenzia che lavorerà sul progetto. I tempi di presentazione dovranno essere congrui con le caratteristiche del progetto stesso e inoltre si consiglia definire un rimborso spese forfettario uguale per tutti sulla base dell’impegno e la complessità del progetto. Con queste linee guida, spiegano le due associazioni, «si è voluto impostare un rapporto che vada a vantaggio della qualità del lavoro e dei risultati per entrambe le parti». Il testo del documento è pubblicato sul sito di Upa (www.upa.it) e nella sezione «Assorel per le rp» di www.assorel.it.

ItaliaOggi

Share
Share