Chessidice in viale dell’Editoria

Share

giornali stranieriGoogle pensa a fermare gli ad blocker bloccando le pubblicità intrusive. Per ora è solo una discussione in corso con gli editori europei che fanno parte della Dni, Digital news initiative: Google vorrebbe combattere gli ad blocker, i programmi che bloccano le pubblicità su internet, ma lo vorrebbe fare a suo modo, ovvero fermando attraverso il suo browser Chrome le inserzioni più fastidiose. Una sorta di ad blocker per fermare gli ad blocker commerciali insomma, eliminando la necessità degli utenti di ricorrere a tali strumenti. L’uso degli ad blocker, infatti, è collegato in primo luogo all’utilizzo di formati che infastidiscono l’utente, più che alle preoccupazioni sulla privacy. New York Times pronto a tagliare centinaia di posti. L’editore del quotidiano di New York ha già cominciato i colloqui con i sindacati dei lavoratori: entro l’anno sono necessari circa 200 tagli di posti di lavoro e sarebbe meglio arrivarci con accordi per la fuoriuscita volontaria. I licenziamenti dovrebbero cominciare alla fine dei giochi olimpici in Brasile a fine agosto e continuare sino all’8 novembre, l’Election day. Il New York Times starebbe pianificando anche il ridimensionamento o persino una chiusura dell’ufficio parigino per portare i redattori a Londra.

ItaliaOggi

Share
Share