Roma, cosa farà Totti? Senza intesa con Pallotta può volare in Major League

Share

Le parole del massimo dirigente (“vorrei si ritirasse e passasse al management”) hanno sparso sale su una ferita ancora aperta. E il futuro del capitano rischia di essere lontano dalla ‘sua’ Roma

TottiCosa farà Totti? Le parole del presidente Pallotta (smentite ma confermate da un video) sul futuro del capitano (“vorrei si ritirasse per entrare nel management”) hanno sparso sale su una ferita ancora aperta: lo scontro con Spalletti e la pace sancita nel nome della Roma non hanno dissolto tutte le perplessità sulle prossime scelte del calciatore che, generic a 39 anni, sente di poter regalare ancora un anno di carriera alla maglia che ha vestito per una vita. Il club la pensa diversamente, crede che sia arrivato il momento di accantonare velleità di campo (“non ha più la stessa condizione di prima”, ha ammesso ancora il presidente) pur restando nella grande famiglia giallorossa, di cui il ‘pupone’ è un’icona. Quanto al parere del tecnico, è stato già chiaro un paio di settimane fa quando scoppiò il caso Totti dopo la gara di Champions e prima della sfida di campionato col Palermo: “Vuol continuare a giocare? Per me va bene – aggiunse Spalletti – però devo pensare alla squadra e non fare presenze”.
E’ per questo che nelle ultime ore s’è fatta strada la possibilità che il giocatore lasci la squadra e decida di volare all’estero. Dove? Negli Stati Uniti, a Los Angeles (in tal caso incrocerebbe in Major League Soccert Pirlo e Giovinco) oppure a Miami, cedendo al richiamo di Nesta e alle lusinghe di David Beckham. Da New York, invece, arrivano apprezzamenti da parte della franchigia in cui militano Frank Lampard, David Villa e Andrea Pirlo. In precedenza era stato il Leicester di Ranieri a sondare la disponibilità del capitano.
Possibilità tutt’altro che remote, soprattutto se non dovesse riuscire a trovare un’intesa con il presidente Pallotta: in tal caso la strada che porta lontano dall’Italia sarebbe inevitabile per chi, come lui, proprio non ne vuol sapere di appendere le scarpette al chiodo. A meno che, alla fine, il capitano della Roma non cambi idea e decida di smettere. Al momento, però, pare fantascienza.

Fanpage

Share
Share