Pubblicità, gennaio a +3,5%

Share

I dati Nielsen sulla raccolta: radio -3,4%,  direct mail -3, 7%, cinema -8%, outdoor +31,5%. Quotidiani +2,2%, periodici -14,1%, Internet +6%

nielsenProgresso del 2,5% per il mercato degli investimenti pubblicitari nel mese di gennaio, una percentuale che sale fino al 3,5% considerando anche la porzione di web attualmente stimata da Nielsen (principalmente search e social). Rispetto allo stesso mese del 2015 l’incremento è di 10,6 milioni in termini assoluti, per un totale di 432,6 milioni di euro. Relativamente ai singoli mezzi, la tv chiude il mese con una crescita del 4,7% (si vede l’altro articolo in pagina). Buona la partenza dei quotidiani che iniziano l’anno a +2,2% (47,9 milioni); continua, invece, l’andamento negativo dei periodici, che chiudono gennaio a -14,1% (16,9 milioni). Gli investimenti sul mezzo radio subiscono un decremento del 3,4% rispetto a gennaio 2015 (22,5 milioni). Internet, relativamente al perimetro attualmente monitorato in dettaglio, è stabile a +0,2%, mentre le stime sul digitale in generale indicano un +6%. Ancora in trend negativo il cinema (-8%) e il direct mail (-3,7%). In crescita l’outdoor (+ 31,5%) e l’out of home (+38,4%). Stabile invece il transit (-0,1%). Per quanto riguarda i settori merceologici, se ne segnalano 16 in positivo, con un apporto di circa 29 milioni di euro. Tornano a crescere i principali settori: telecomunicazioni (+19,8, circa 5 milioni) e finanza (+12,1, circa 2 milioni), così come continua l’incremento della distribuzione (+24,3, pari a 5 milioni) e di media/editoria (+10%, circa 2,5 milioni). Cala l’automotive (-8,7%, circa 5 milioni). «Dopo la buona performance dell’autunno», spiega Alberto Dal Sasso, advertising information service business director di Nielsen, «il mercato italiano dell’advertising parte bene nel 2016. Seppur contenuta, la crescita tiene nel primo mese dell’anno, mostrando segnali di conferma per il primo trimestre, con un trend positivo che va consolidandosi anche sul medio periodo».

Marco Livi, Italia Oggi

Share
Share