La7 si arma di novità per contrastare i giganti

Share

Urbano Cairo La7Non succede spesso, ma qualche volta Davide ha la meglio su Golia. Urbano Cairo non interviene direttamente sulla questione, ma dai suoi collaboratori più stretti trapela la divertente reazione dell’imprenditore alla situazione del mercato televisivo italiano, dove La7 e Cairo communication si trovano a competere con gruppi televisivi decine di volte più grandi per fatturato (Sky plc, tanto per fare un esempio, è 60 volte più grande di Cairo, Discovery 22 volte, Mediaset 13 volte), e in cui si fa largo l’ipotesi di un possibile acquisto del Davide La7 da parte del Golia Sky. Insomma, Cairo tiene duro sulla tv anche perché, in tre anni da editore di La7, sostiene di non aver bruciato neppure un centesimo della dote di 88 milioni di euro ricevuta da Telecom Italia, e, anzi, di aver migliorato la situazione aggiungendo alla dote altri 10 milioni di euro. Un po’ di munizioni, quindi, le ha anche lui per giocare la grande partita della tv generalista contro Sky, Discovery, Rai e Mediaset. Peraltro l’imprenditore piemontese, che ha chiuso il 2015 con un ebit negativo di La7 per quasi 5 milioni, conta di migliorare presto i risultati economico-finanziari non solo grazie alle novità di palinsesto (oggi a Milano si presenta il nuovo talent comico Eccezionale veramente, condotto da Gabriele Cirilli, con una giuria composta da Diego Abatantuono, Paolo Ruffini e Selvaggia Lucarelli, al via giovedì 17 marzo alle 21.10 su La7), ma pure con novità di infrastruttura: sta infatti per scadere l’impegno con Telecom Italia, assunto nel 2013, per l’affitto di banda (7,2 Mbit/s) a prezzi che sono il doppio di quelli di mercato; e sta per completarsi la messa a regime del multiplex (22,4 Mbit/s pronti dal 1° gennaio 2017) acquistato da Cairo, un investimento che, nei piani dell’imprenditore, dovrebbe dare risultati interessanti nel tempo. Detto questo, in attesa che Tv8 e Nove dispieghino tutta la loro forza e i loro contenuti pregiati, domenica sera, in prima serata, Tv8 (di Sky) ha incassato l’1% di share, e il canale Nove (di Discovery) lo 0,62%, mentre La7 ha raggiunto il 2,5% (con il film Dante’s peak) e La7d lo 0,6%. Insomma, per ora Davide, almeno negli ascolti, sta sopra a Golia.

di Claudio Plazzotta, Italia Oggi

Share
Share