Rcs, Dove festeggia 25 anni e spinge sul multi-piattaforma

Share

Simona-TedescoDove festeggia 25 anni di pubblicazioni e spinge sul sistema carta+digitale +ecommerce+social media per salvaguardare i suoi prossimi 25 anni. «Abbiamo già una marginalità positiva», decease dichiara Alessandra Ferraris, patient publisher del sistema viaggi&lifestyle, help ma «continuiamo a implementare e allargare il mondo di Dove per rafforzare questa marginalità», aggiunge Simona Tedesco, direttore da circa un anno del mensile di viaggi che fa parte dei restanti periodici Rcs dopo le prime cessioni di metà 2013 e con l’organico attuale in cassa integrazione.
Il magazine, quindi, ha intenzione di lanciare tre nuove guide nel 2016 su Puglia, Sicilia e una capitale europea (guide che nel 2015 hanno venduto circa 20 mila copie a numero, separatamente dal giornale), presenterà poi il nuovo Speciale Italia 2017 e dal prossimo 12 aprile, oltre al numero tradizionale in edicola, farà coppia con il Corriere della Sera con Dove Vacanze 2016 (in formato diverso dal solito e in vendita opzionale col quotidiano del gruppo, con tanto di concorso legato all’hashtag #doveportodove, dedicato a chi si fotografa col periodico durante vacanze o tempo libero).
In primavera avrà una nuova veste anche Doveclub.it, il sito di e-commerce del mensile che ha deciso di puntare maggiormente su un’offerta selezionata di proposte per differenziarsi dai siti generalisti di booking.
Il servizio è realizzato attraverso la piattaforma Hotelyo (di cui Rcs possiede il 51% e Lastminute.com group il 49%). Ma a cambiare, cogliendo l’occasione del suo compleanno, è soprattutto il magazine cartaceo con una diffusione complessiva secondo l’editrice di 75 mila copie medie tra le 55 mila cartacee (di cui 25 mila in edicola) e le 20 mila via abbonamento digitale. «Uno degli articoli del primo numero di Dove si intitolava Cinque giorni da parigini e spiegava come “sincronizzare le proprie giornate con la vita” degli abitanti della capitale francese», racconta Tedesco. Ora, per la prima volta sperimentiamo con i nostri lettori il citizen journalism. Chiediamo loro di raccontarci la loro Parigi segreta, poi insieme costruiremo il reportage che pubblicheremo sul numero di giugno» (in edicola dal 25 maggio). Sempre per il numero dedicato al compleanno tra 25 idee di viaggio e il racconto di 25 «corrispondenti» italiani che vivono all’estero, ai lettori verrà chiesto di mandare foto di viaggi fatti negli ultimi 25 anni, seguendo i consigli di Dove. Le foto giudicate migliori verranno pubblicate e saranno al centro di una mostra in calendario a maggio a Milano.
In tema di sostenibilità, il periodico ha già rinnovato sito web e edizione cartacea (con una foliazione media 190 pagine di cui il 25-30% coperto da pubblicità), l’anno scorso ha portato a 5,9 euro il prezzo di copertina, ha raggiunto 65 mila fan su Facebook, crea progetti multimediali per le aziende e per il futuro medita un’ulteriore espansione: oltreconfine traducendo in inglese non solo parti del mensile per il sito ma anche lo stesso sito web (che adesso rappresenta il canale viaggi del Corsera e rientra nel suo paywall sopra i 20 articoli cliccati). Nel frattempo, Dove si promuove all’alba dei suoi primi 25 anni ricordando ai lettori che «tutti i servizi sono prodotti dalla redazione, nessuno è comprato. E le foto non vengono mai ritoccate». Parola del direttore Tedesco.

Italia Oggi

Share
Share