Calciomercato: Inter, Roma, Juventus e Napoli regine. Tutti i voti di Laudisa

Share

Nerazzurri e giallorossi hanno pensato all’immediato, here bianconeri e azzurri al futuro: vuol dire che le prime della classe non hanno bisogno di rattoppi dell’ultimo minuto. Brave anche Sassuolo, health Bologna e Atalanta

calcio GoalscoutTra le nomination per gli Oscar d’inverno, scusate, ma (a parità di voto) preferiamo le speranze estive. Tanto di cappello per l’ingaggio di Eder all’Inter (7) e per gli approdi di Perotti ed El Shaarawy alla Roma (7), ma fanno più simpatia quelle mani della Juventus (7) su Sensi e Mandragora, come su Lapadula, Caprari e Ganz. Allo stesso modo meritano attenzione le mosse del Napoli (7) per Raicevic, dopo gli acquisti di Grassi e Regini. Vuol dire che le prime della classe hanno fiducia nel futuro, non hanno bisogno di rattoppi dell’ultimo momento.
PROGETTI — La valenza è doppia evidentemente, perché le due battistrada danno vita a una sfida di mercato per molti versi inedita. E ciò non dà solo sale alla rivalità tecnica, dà anche implicita forza ai rispettivi progetti. Piuttosto che spendere a casaccio denari per rincorrere adesso obiettivi costosi (Gündogan per la Juve e Klaassen per il Napoli), hanno preferito anticipare i tempi su un target verde e preferibilmente azzurro. È una politica che merita un plauso, se non proprio un incoraggiamento. Anche perché va in controtendenza con le scelte nevrotiche di chi alla fine si ritrova a inseguire. In estate Inter e Roma avevano meritato il voto migliore con una serie di operazioni intelligenti e con un’identità tecnica spiccata. Le ultime vicende, però, hanno obbligato nerazzurri e giallorossi a dei nuovi cambiamenti. Basterà questo ennesimo maquillage a risolvere i problemi affiorati in questi mesi? Può darsi, visto che sono arrivati giocatori di qualità comprovata. Sullo sfondo, comunque, restano quei conti in disordine che, guarda caso, hanno meritato l’attenzione del fair play finanziario dell’Uefa. In una situazione simile s’è trovato anche il Milan (6) dopo la costosa rivoluzione di agosto. È vero che il sorprendente dietrofront di Luiz Adriano ai cinesi ha rovinato i piani di Galliani, ma è altrettanto vero che nelle ultime settimane i rossoneri hanno fatto di necessità virtù.
BRAVO SASSUOLO — Così non sono più caduti in tentazione e hanno ceduto Cerci come Suso, De Jong e, a breve, Nocerino. Alleggerito il monte ingaggi, adesso Mihajlovic ha anche più serenità nello spogliatoio e può gestire meglio una rincorsa che sino a poco tempo fa appariva impossibile. Nella scia juventina anche il Sassuolo (6,5) pigliatutto tra i giovani: l’operazione Mazzitelli (ora al Brescia ma di proprietà della Roma) è la riprova che il club di Squinzi ama guardare avanti, spendendo il giusto al momento migliore. Interessante anche la strategia dell’Atalanta (6,5): via Denis, dentro Borriello, con il sacrificio di Grassi che comporta la promozione di Gagliardini. Insomma, spazio alle forze interne per un ricambio necessario in prospettiva. Invece a Bologna (6,5) hanno consolidato il lavoro estivo con gli innesti dei collaudati Floccari, Constant e Zuniga, ma l’ascesa dei vari Diawara, Donsah, Masina &co. fa ben sperare. A Firenze (6) prevalgono le fibrillazioni. Certo, è stato difficile arrivare a Benalouane dopo aver sognato Mammana, ma è altrettanto vero che le uscite di Giuseppe Rossi e Suarez hanno permesso di calibrare meglio la rosa di Sousa. Anche attorno al Torino (6) abbondano le polemiche, ma il ritorno di Immobile vale più dell’addio di Quagliarella. E Ventura, si sa, è un diesel.
LOTTA SALVEZZA — Anche Genoa (6) e Sampdoria (6) hanno cambiato tanto in una stagione piena di alti e bassi, ma la loro statura tecnica non pare mutata. Guarda caso, le insufficienze vanno alle squadre in coda, che non pare abbiano dato forza alle loro residue speranze. Nel complesso, un mercato in tono minore. Non ce lo aspettavamo.
TUTTI I VOTI
Atalanta 6,5
Bologna 6,5
Carpi 5,5
Chievo 6
Empoli 6
Fiorentina 6
Frosinone 5,5
Genoa 6
Inter 7
Juventus 7
Lazio 6
Milan 6
Napoli 7
Palermo 5,5
Roma 7
Sampdoria 6
Sassuolo 6,5
Torino 6
Udinese 5,5
Verona 5,5

di Carlo Laudisa “Gazzetta dello Sport”

Share
Share