Manovra, insoddisfazione Bruxelles per risposta Italia

Share

Messa in sicurezza degli edifici con misure antisismiche fuori dal Patto di stabilità è prevista, accuse a Ue populiste

Renzi EuropaA Bruxelles c’è insoddisfazione per la lettera di risposta dell’Italia ai rilievi al documento programmatico di bilancio. Delle 5 lettere ricevute, 3 sono più costruttive (Portogallo, Finlandia, Belgio) e 2 lo sono meno, Italia e Cipro. E’ quanto si apprende a Bruxelles.
Domani è la scadenza ultima per l’eventuale richiesta di revisione del documento programmatico di bilancio da parte della Commissione Ue, nel caso in cui si fosse ravvisato un serio rischio di deviazione degli obiettivi di aggiustamento strutturale. Finora non è mai accaduto e anche in questo caso probabilmente non avverrà. Ma i negoziati proseguono, perché – si apprende nei medesimi ambienti – se anche la bocciatura probabilmente non arriverà, questo non significa che il budget vada bene.
La possibilità di investire in prevenzione per la messa in sicurezza degli edifici con misure antisismiche fuori dal Patto di stabilità è prevista dalla comunicazione sulla flessibilità del 13 gennaio 2015, nell’annesso uno. E’ quanto si apprende in ambienti di Bruxelles. Quindi, quando si accusa la Commissione Ue di non permettere investimenti antisismici – si afferma nei medesimi ambienti – viene fatto populismo a buon mercato.
“Sotto le attuali regole Ue ci sono modi per escludere i costi a breve termine in risposta alle grandi catastrofi naturali, che vengono considerati misure one-off esclusi dagli sforzi di bilancio quando si valuta il rispetto del Patto di stabilita’” e questo “lo abbiamo già fatto in passato per i terremoti in Abruzzo ed Emilia-Romagna“. Così una portavoce della Commissione europea a chi chiede se l’Ue sarà meno rigorosa sul budget dell’Italia. “A questo punto non speculiamo – aggiunge la portavoce – Qualsiasi costo che potrebbe rientrare nei criteri sarà valutato quando riceveremo tutti i dettagli dalle autorità italiane. Ricordo che è in corso un dialogo con le autorità italiane sul Dbp e di conseguenza posso solo ribadire che non speculiamo”.

Ansa