Hillary, Jennifer e le altre: le donne che guideranno il 2016

Share

Il probabile futuro presidente degli Stati Uniti. La regina del crossfit. La pioniera dell’intelligenza emotiva. Una manciata di attrici famose e impegnate. Una giornalista siriana. Ecco 24 donne di cui sentiremo parlare nel 2016. Sono figure femminili che daranno forma e contenuti all’anno che sta iniziando

hilary clintonHillary Rodham Clinton, treatment 68 anni, prostate alla Casa Bianca è di casa: ci ha passato 8 anni come First Lady e altri 4 come Segretario di Stato nel primo mandato di Obama. Sentiremo parlare di lei perché, se vincesse le primarie del Partito Democratico, nel novembre 2016 potrebbe diventare la prima presidente donna degli Stati Uniti.

Cecilia Laschi, 47 anni, della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, è fra le 25 donne geniali della robotica secondo RoboHub, la più grande comunità scientifica internazionale del settore. A lei dobbiamo un robot che anticipa la diagnosi di autismo e paralisi cerebrale infantile. Nel 2016 ne sentiremo parlare perché ha rivoluzionato la robotica creando il primo robot soffice, ispirato a un polposolesin valeria

 Valeria Solesin, 28 anni, persona dell’anno per l’Espresso, è l’unica italiana tra le vittime degli attacchi del 13 novembre al Bataclan di Parigi. Aveva una laurea con lode in Sociologia a Trento e una specializzazione alla Sorbona di Parigi, dove abitava con il fidanzato Andrea. Con uno spiccato senso di giustizia sociale, studiava i sistemi di welfare per le donne. Anche per questo non smetteremo di ispirarci a lei

– Alice Bentinck, 29 anni, inglese, ha fondato la Entrepeneur First, azienda di incubazione per società tecnologiche che ha raccolto più di 8,5 milioni di sterline (circa 11 milioni e mezzo di euro) per far partire 200 start up nei prossimi 3 anni: ciò fa di lei una delle maggiori produttrici di innovazione in Europa. In poche parole, plasmerà il futuro

– Kayla Itsines, 24 anni, australiana, è la regina del crossfit, l’allenamento multidisciplinare. Seguita da oltre 3 milioni e 600mila persone su Facebook, ispira donne e ragazze in tutto il mondo non a perdere peso, ma a essere più forti e toniche con mezz’ora di esercizio in casa. Tutte le donne senza tempo per sé (e sono tante) la adorano. Per questo sentiremo ancora parlare di lei.

zeina erhaim– Zaina Erhaim, 30 anni, giornalista siriana, vive e lavora ad Aleppo. “Innamorata della vita nonostante viva con la morte”: così si presenta su Twitter. Negli ultimi 3 anni ha formato 100 siriani, per un terzo donne, al giornalismo. E’ grazie a lei se oggi la Siria, terzultima al mondo per libertà di stampa, ha testate indipendenti che raccontano cosa accade. Speriamo di sentirne parlare sempre di più.

– Negin Farsad, 37 anni, statunitense, è tra le 50 donne più comiche secondo HuffPost. Ha girato il documentario “Muslims are coming” (I musulmani stanno arrivando ) per combattere l’islamofobia con un sorriso. Ne sentiremo parlare perché, mai come adesso, c’è bisogno anche di questo

– An-Sofie Kesteleyn, 27 anni, è una pluripremiata fotografa belga specializzata in ritratti. Dai ragazzi di Parigi che si si baciano in strada all’indomani della strage del 13 novembre, ai bambini giapponesi in cura per l’obesità, passando per quelli americani ritratti con i loro primi (veri) fucili, An-Sofie ci mostra il mondo che è e, tramite le nuove generazioni, quello che sarà. Perché seguirla? Per conoscere il 2016.

Gwendoline Christie, 37 anni, inglese, ha vestito i panni del Capitano Phasma in “Star Wars: Il risveglio della Forza”, o meglio, la possente armatura, che ne copriva tutte le linee del corpo. Una novità per le eroine, sempre abituate a mostrare le curve prima del carattere. “Un passo avanti per le donne nei film” secondo Time. Un’altra femminista a Hollywood. Che la Forza sia con lei nel 2016!

Rana el Kaliouby, 37 anni, egiziana, è la pioniera della EQ, l’intelligenza emotiva. Grazie a lei cellulari e computer riconosceranno le emozioni dalle espressioni facciali. Affectiva, la sua azienda, ha raccolto il database di emozioni più vasto al mondo: 2,9 milioni di video di facce di volontari in 75 Paesi. La tecnologia empatica  potrebbe aprire scenari inaspettati in un vasto campo di applicazioni. Ecco perché ne sentiremo parlare

Elizabeth Nyamayaro, direttrice di UN Women, l’agenzia delle Nazioni Unite dedicata al potenziamento delle donne, con la campagna He for She ha mobilitato 600mila uomini in tutto il mondo a favore dell’uguaglianza di genere, coinvolgendo anche i governi di molti Paesi. Con questa grinta, chissà cosa farà in futuro. Ne sentiremo parlarealicia vlkander

Erin Pettit, statunitense, esploratrice emergente per National Geographic e insegnante di Glaciologia all’Università dell’Alaska Fairbanks, ascolta i ghiacciai per capirne i movimenti e prevedere così l’innalzamento del livello dei mari e il cambiamento climatico. Nessuno prima di lei lo aveva fatto. Traduce per noi quello che i ghiacci vogliono dirci: nel 2016 dovremo ascoltarla

Alicia Vikander, 27 anni, svedese, finora era nota più per la sua storia con Michael Fassbender che per la sua bravura di attrice. Ma nel 2016 ci farà cambiare idea: tra  “La luce sugli Oceani” e “Ragazza danese”, ha tutte le carte in regola per aggiudicarsi un posto tra le candidate all’Oscar. Sentiremo ancora il suo nome

Denize Gamze Ergüven, 37 anni, regista turca, si è fatta conoscere per il suo  acclamatissimo Mustang. “Avevo una gran voglia di raccontare che cosa significhi essere una donna, una ragazza, in Turchia” ha detto. Rappresenterà la Francia agli Oscar 2016 e sta già pensando al prossimo film, da girare fuori dalla Turchia. Il 2016 sarà decisamente il suo anno

– Brie Larson, 26 anni, attrice e cantante statunitense, sarà decisamente la rivelazione del 2016. Per People, potrebbe essere candidata all’Oscar per il suo ruolo in “Room”, dove interpreta una ragazza da anni tenuta in casa e stuprata dal suo sequestratore. Ricordatevi il suo nome

Barbara-Morgante– Barbara Morgante, 52 anni, nata a Livorno ma cresciuta in Abruzzo, da pochissimi giorni è diventata la prima donna amministratrice delegata di Trenitalia, società di cui faceva già parte da molti anni in diversi ruoli. Sentiremo parlare di lei perché ha un posto apicale in una società fondamentale del Paese

Fabiola Gianotti, 53 anni, da gennaio 2016 sarà la prima donna alla guida del Cern, l’organizzazione europea per la ricerca nucleare. Fra i protagonisti della scoperta del bosone di Higgs, Fabiola è geniale ma anche autoironica, come quando ha dichiarato che il Comic Sans sarebbe stato il carattere ufficiale del Cern dopo che Internet si era scatenato contro di lei per una presentazione fatta in PowerPoint con questo carattere.

Robin Wright, 49 anni, capelli biondi e occhi di ghiaccio, è la First Lady cinica e calcolatrice di House of Cards, serie tv ambientata alla Casa Bianca. Impossibile, guardando il suo personaggio, non pensare a Hillary Clinton. Robin, lo ha dichiarato, è appassionata di politica. Allora il 2016 è il suo anno: mentre Hillary corre per le primarie e, se avrà fortuna, per le presidenziali, riguardiamoci la serie, pluripremiata, con Robin

Viola Davis, 50 anni, è stata candidata due volte all’Oscar, ultima delle quali per la sua memorabile interpretazione in The Help. Perché sentiremo ancora parlare di lei? E’ stata nominata ai Golden Globe 2016 come migliore attrice per la serie tv “Le regole del delitto perfetto”, legal thriller che torna in Italia a febbraio con la seconda stagione

jennifer lawrenceJennifer Lawrence, 25 anni, “la più talentuosa giovane attrice di tutta l’America” secondo Rolling Stone, non ha bisogno di presentazioni. Ma se pensavate che, ottenute tre nomination e un Oscar, volesse riposarsi un po’, vi sbagliate: potrebbe essere nella rosa delle aspiranti alla prestigiosa statuetta come protagonista di “Joy”, nelle sale italiane da gennaio, storia della donna che ha inventato il mocio, film per il quale è già candidata ai Golden Globe

Paula Hawkins, 43 anni, scrittrice ed ex giornalista inglese, nel 2015 ha scalato ogni classifica con il suo incredibile esordio “La ragazza del treno”, diventato in poco tempo un bestseller mondiale. La Dreamworks si è accaparrata i diritti e nel 2016 uscirà il film, con protagonista Emily Blunt. Sicuramente sentiremo parlare ancora di Paula Hawkins

Saoirse Ronan, 21 anni, è originaria dell’Irlanda ma si è trasferita negli States, proprio come il personaggio che interpreta in “Brooklyn” e che potrebbe valerle la seconda candidatura agli Oscar, dopo quella del 2007, quando aveva solo 13 anni. Se ancora non sapete come pronunciare il suo nome, tranquilli: presto lo imparerete

Joanna Newsom, 33 anni, cantautrice e arpista statunitense, con il suo Divers si è piazzata tra i primi 20 dischi del 2015 secondo la rivista Rolling Stone. Spesso paragonata a Björk, si distingue, per The Guardian, per la “densità lirica”. La prestigiosa testata inglese la definisce “un’artista che è là fuori da sola, a fare qualcosa che nessun altro sta facendo”. Nel 2016 non lasciamola sola. Scopriamo chi è

di Ilaria Lonigro da “Repubblica”

Share
Share