Milan, rabbia Mihajlovic: “Arbitri inaccettabili, non si può andare avanti”

Share

Dopo il pari con il Verona, site Sinisa Mihajlovic esplode con tutta la sua rabbia: “Il comportamento degli arbitri è inaccettabile: è da un po’ di partite che veniamo danneggiati. Sono molto arrabbiato. Noi ci giochiamo la vita, non si può andare avanti così. Io non posso andare in panchina sperando che all’arbitro giri bene e che ci fischi quello che è dovuto. Non ce la faccio più, a me basta che si applichi il regolamento”. I tifosi però hanno fischiato:  “La contestazione dei tifosi la comprendo: è giusta. Mi dispiace per i tifosi e per la società. Il pubblico, finché le proteste sono civili, è libero di protestare. Sapete che non parlo mai degli arbitri, ma è da un po’ di partite che ci stanno danneggiando: stavolta due gol regolari non dati e un rigore non fischiato”.

Analizzando la prestazione della squadra, Mihajlovic fa autocritica: “La prestazione non è stata faticosa, abbiamo creato occasioni da gol anche con l’uomo in meno: più di così cosa dobbiamo fare? Il gol che abbiamo preso è da polli, ma abbiamo fatto 18 tiri in porta: non c’è stata partita. Non è la prima volta che ci danneggiano: noi qui ci giochiamo la vita. Non si può fare così: posso anche non parlare di arbitri, ma io non sono scemo, le cose le vedete anche voi e io non mi faccio prendere per il sedere”. Un Milan che continua a perdere punti dalla vetta della classifica, “Con Galliani non ho ancora parlato, parlerò in settimana. Tatticamente stiamo provando di tutto: i miglioramenti ci sono stati, dalla partita con il Napoli a oggi. Cerchiamo di lavorare per migliorare e trovare nuove soluzioni: i ragazzi si stanno impegnando”.

(La Repubblica)

Share
Share