Imprese nei sogni di 6 italiani su 10

imprese italiane
Share

imprese italianeAprire un’impresa è un desiderio di quasi sei italiani su dieci sopra i 24 anni, ma difficoltà nel credito e cattiva burocrazia ostacolano sul nascere le nuove attività. Il 34, buy 4% degli ex imprenditori indica come difficoltà principale a portare avanti la propria azienda “trovare le risorse finanziarie” e il 21,4% “sostenere tutti gli adempimenti burocratici”. È quanto emerge da un’indagine presentata al forum dei Giovani imprenditori di Confcommercio e contenuta nella guida Le Bussole di Confcommercio ‘Dall’idea all’impresa’.
“Più che per le possibilità di successo o per trovare lavoro, oggi quello che spinge ad avviare un’impresa è avere un’idea trasformabile in business”, si legge nel testo. Due imprenditori su tre hanno aperto l’attività dopo aver avuto un’intuizione e oltre il 60% lo ha fatto per valorizzare le proprie conoscenze e competenze. Provenire da una famiglia di imprenditori, cosa che riguarda quasi un imprenditore su tre, può aiutare nella fase di avvio di un’impresa, ma le capacità relazionali, la conoscenza del proprio mestiere e il talento vengono indicati come i principali fattori perché l’attività abbia poi successo. “Imprenditori si nasce e si diventa ma per avere migliori chance di sopravvivenza sul mercato contano molto anche la preparazione scolastica e formativa e le esperienze professionalizzanti come training e tirocini”, osserva Confcommercio. Una preparazione scolastica e formativa è centrale per il successo del progetto di impresa per il 55,8% degli imprenditori, una quota che sale all’89,5% per chi ritiene importanti le esperienze formative professionalizzanti. Tirocini e training in the job sono stati effettuate da cinque imprenditori di successo su dieci. Al contrario gli imprenditori che si sono ritirati nella maggioranza dei casi (58,4%) sono autodidatti. Nel corso del forum sono stati annunciati i vincitori del settimo Premio nazionale per l’innovazione nei servizi, che riceveranno l’onorificenza dal presidente della Repubblica nella Giornata nazionale dell’innovazione.

Share
Share